serravalle. VIA VALLI, DOVE I MARCIAPIEDI FINISCONO CON UNA MUSATA CONTRO UN MURO

La gente – quella che vota ma non conta nulla, quella a cui tutti dicono di dare voce, ma a cui tutti tagliano la lingua – certe domande se le fa, anche se sta zitta

 

Non si capisce perché certe decisioni di certi uffici tecnici siano in buona sostanza schizofreniche

 

SONO CASTO E SONO PURO

MA SBATACCHIO CONTRO IL MURO

 


 

OSSERVATE queste due foto che ritraggono via Valli, nella zona catavolese di Serravalle.

Guardate bene, sulla sinistra, i còrdoli già piantati per un marciapiede che, improvvisamente, finisce contro un muro di recinzione tirato su a filo di manto stradale.

Cambiando l’ordine dei fattori il prodotto non cambia

 

SIA SINISTRA OPPURE DESTRA:

È LA SOLITA MINESTRA?

 

La domanda è sempre la solita: ma gli uffici tecnici dei Comuni con che raziocinio procedono? Vanno a capocchia o a ragion veduta?

La gente – quella che vota ma non conta nulla, quella a cui tutti dicono di dare voce, ma a cui tutti tagliano la lingua – certe domande se le fa, anche se sta zitta.

È questa la democrazia nata dalla Resistenza e dall’Anpi, signora Luigia Caferri?

[redazione@linealibera.info]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email