SERVIZI STRAORDINARI DI CONTROLLO DEL TERRITORIO IN CENTRO E IN PERIFERIA

identificazioni, denunce e sequestri di stupefacente da parte degli agenti della Questura
Volanti della Polizia in piazza Mercatale

PRATO, Nel pomeriggio di lunedì è stato realizzato un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato al contrasto alla criminalità comune, spaccio di stupefacenti e furti in abitazione, a cui hanno partecipato equipaggi di rinforzo del Reparto Prevenzione Crimine di Firenze.

In tale ambito alle ore 17.45, un equipaggio di Polizia ha denunciato in stato di libertà un ventenne marocchino pregiudicato ed attualmente gravato dalla misura di sicurezza dell’obbligo di presentazione alla P.G., il quale, fermato per un controllo in piazza Duomo, è stato trovato in possesso di n. 3 frammenti di sostanza stupefacente del tipo hashish dal peso di 9 grammi,  sottoposta a sequestro poichè ritenuta destinata allo spaccio. Il fermato veniva pertanto denunciato in stato di libertà per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Alle successive ore 17.40, altro equipaggio, nell’ambito del medesimo servizio protrattosi nella zona nord pratese, provvedeva al controllo di tre ragazzi stazionanti in via Sette Marzo, i quali, alla vista dell’auto di servizio cercavano di dileguarsi repentinamente.

Immediatamente il gruppetto veniva fermato ed identificato, tutti quindicenni, due italiani ed un albanese. Durante il controllo documentale, uno dei ragazzi italiani, palesava un atteggiamento irrequieto insospettendo gli Agenti e consentendo agli stessi di accertare che il predetto, celava in dosso un sacchetto di nylon al cui interno erano custoditi n. 10 frammenti di hashish per circa 9 grammi ed un bilancino elettronico di precisione.

Nella flagranza di reato, si rendeva necessario pertanto effettuare una perquisizione domiciliare presso la sua abitazione ove venivano rinvenuti, e debitamente sequestrati, altri 6 frammenti di analoga sostanza del peso di oltre 7 grammi. Accompagnato in Questura per i conseguenti adempimenti, il minore veniva denunciato in stato di libertà alla competente Procura Minorile per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ed affidato al genitore chiamato in Ufficio per la circostanza.

[questura di prato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email