SGOMBERO NEVE E SFALCI DELL’ERBA: QUALCHE PROBLEMA A CUTIGLIANO

Cutigliano sotto la neve
Cutigliano sotto la neve

CUTIGLIANO. Il 27 settembre con la determina 345 il Comune di Cutigliano impegna i fondi necessari per sgombero neve sulle strade e sfalcio dell’erba.

Nella determina si dà atto “che necessita provvedere con urgenza all’appalto dei servizi di cui trattasi, visto l’approssimarsi della stagione invernale, tenuto conto che possono aversi precipitazioni nevose anche nel mese di settembre”.

Vi sembra normale, in un posto dove la neve è di casa, non programmare per tempo certe cose? Perché si ricorre a fare tutto questo in tempi ristretti? (Vedi doc. 1 01_det.345-2014 – Comune di Cutigliano 04_det 37 e verbale allegato – Unione di Comuni Montani Appennino Pistoie).

Il tutto viene inoltrato alla centrale di committenza dell’Unione dei Comuni per l’espletamento del relativo bando.

Il 23 di ottobre inizia un lungo iter in cui la commissione apre le buste e inizia a valutare le la documentazione prodotta dalle ditte.

Non ce n’è una in regola, almeno al primo colpo d’occhio. L’azienda Le Roncacce di Corsini fa notare mancanze o presunte tali nella documentazione dei concorrenti. A forza di sospensioni e richieste di integrazioni si arriva al 10 novembre (Determina 35).

Vengono, anche se provvisoriamente, aggiudicati 5 su 6 lotti. Il sesto lotto va deserto. Dalla determina si apprende l’impossibilità di concludere definitivamente la pratica di assegnazione causa di due codici Cig (Codice Identificativo di Gara utilizzato per tracciare i pagamenti) precedentemente assegnati dal sistema e ora non più accettati. La commissione esaminatrice dei requisiti opta per l’aggiudicazione provvisoria. (Vedi 2 02_det 35 _ verbali – Unione di Comuni Montani Appennino Pistoie).

Il tutto viene trasmesso a Cutigliano, precisando che l’aggiudicazione definitiva verrà effettuata in seguito, ma che trattandosi di servizi fondamentali, e nel caso si ravvisi che siano indifferibili, il Comune di Cutigliano può assegnare i lotti sulla base dell’aggiudicazione provvisoria.

Il Comune di Cutigliano per il lotto 6, andato deserto, con delibera di Giunta (assente il Sindaco Braccesi) approva, con motivazioni di carattere urgente, la relazione, la perizia e il relativo disciplinare tecnico per assegnare le annualità 2014-2015 e 2015-2016. (Vedi 3 03_GM 157 del 10-11-2014 – Comune di Cutigliano).

Nella delibera si legge che si dà atto «che nel mese di ottobre 2014 è stata espletata gara pubblica (cottimo fiduciario ex. Art 125 c. 11 D. Lgs. 163/06 e s.m.i.) dalla Centrale Unica di Committenza, in seguito alla quale risultano aggiudicati provvisoriamente i lotti 1-2-3-4-5 e che in base ai ribassi effettuati il servizio annuo avrà un risparmio di totali € 12855,46 oltre iva di legge» e che i lotti sono stati approvatati provvisoriamente: ma chi è che può decidere, valutando l’urgenza, di considerarle effettive queste assegnazioni? Se questa scelta è stata fatta, come sembra, non ci dovrebbe essere un atto ufficiale alle spalle?

La commissione esaminatrice si riunisce nuovamente venerdì 14 novembre e con la Determina 37 del giorno successivo, vengono assegnati definitivamente i lotti:

  • – Lotto 1 Le Roncacce-Pistolozzi
  • – Lotto 4 Petrucci
  • – Lotto 5 Petrucci

I precedenti lotti 2 e 3, assegnati a Frullani e Bernardi risultano, per l’esclusione di queste aziende a cui mancano dei requisiti tecnici, non assegnati.

Il tutto viene inviato a Cutigliano con la specifica precedente e la potestà riconosciuta al Comune stesso di procedere all’assegnazione dei lotti non aggiudicati in maniera anticipata anche in mancanza dell’assegnazione definitiva. (Vedi 4 04_det 37 e verbale allegato – Unione di Comuni Montani Appennino Pistoie).

Sabato alle 16:59 arriva una mail Pec in Comune, da parte delle Roncacce, con cui l’azienda manifesta l’interesse e la volontà a partecipare a un nuovo bando o anche a un’eventuale trattativa privata per l’aggiudicazione dei lotti non ancora aggiudicati.

Come leggere tutto quanto cronologicamente riportato sopra? Non sarà mica che qualcosa non ha funzionato come qualcuno si aspettava funzionasse?

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento