sindacato in lutto. È MORTO FRANCESCO GIACOMELLI

Storico esponente della Cgil di Pistoia aveva 69 anni. I funerali lunedì 7 novembre alle 15 nella chiesa di Vignole

Francesco Giacomelli in una recente foto (dal profilo facebook)

PISTOIA —QUARRATA. [a.b.] Lutto in provincia di Pistoia per la scomparsa nella giornata di ieri di Francesco Giacomelli. Sindacalista della Cgil di Pistoia aveva 69 anni.

Lascia la compagna Teresa, il figlio Andrea, la nipotina Emma e la sorella Maria Teresa.
Originario di Olmi—Vignole era da tempo malato.

Rappresentante sindacale prima nella Funzione Pubblica, poi nella Filtea Cgil ha ricoperto ruoli dirigenziali anche nella Slc delle comunicazioni e dei Call center chiudendo la propria carriera sindacale nella categoria Flai Cgil, degli agricoltori, alimentaristi e del vivaismo. 

Verso la manifestazione a Roma con Francesco nel cuore…

È stato sopratutto un uomo di sinistra, sempre impegnato nella lotta alla tutela dei diritti dei lavoratori. Persona dall’animo gentile, dal sorriso contagioso, era profondamente legato al mare e fino in fondo ha creduto fermamente alla possibilità di rendere il mondo migliore attraverso l’impegno e la testimonianza.
“Dicevi sempre che un altro mondo è possibile e continueremo a lottare affinché questa nostra convinzione diventi realtà. Ma senza di te sarà comunque un mondo più ingiusto e più triste”.

Così in un messaggio la Cgil Pistoia ricorda Francesco Giacomelli.
Stamani sull’autobus dei manifestanti pistoiesi che si sono recati a Roma per la manifestazione per la Pace è comparso un cartello che ricorda l’amico e il compagno scomparso, un uomo giusto e generoso.
La salma si trova esposta alle cappelle della Misericordia di via Can del Bianco a Pistoia.

I funerali si terranno lunedì 7 novembre alle 15 alla Chiesa di San Michele Arcangelo a Vignole.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email