SINDACI VAL DI BISENZIO: “LA BATTAGLIA PER LA PREVENZIONE SI VINCE TUTTI INSIEME”

I tre sindaci della Vallata

VAL DI BISENZIO. “Il decreto del Governo ha come obiettivo primario la prevenzione. E la battaglia è tanto più efficace se coinvolge tutti i cittadini, solo insieme la possiamo vincere. Questo momento richiede un grande senso di responsabilità civile”.

Così i sindaci Guglielmo Bongiorno, Primo Bosi e Giovanni Morganti a proposito del decreto del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020 – Misure per il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus Covid – 19.

Le amministrazioni comunali della Val di Bisenzio con l’Unione dei Comuni nella giornata di ieri hanno provveduto a definire i primi particolari dell’applicazione sul territorio del decreto. Tra le decisioni prese c’è quella di procedere al rinvio della Fiera di San Giuseppe fissata per il 22 marzo, uno dei più importanti eventi annuali per la valorizzazione del territorio e delle sue produzioni.

Nella prima mattinata erano state annullate tutte le iniziative legate alla Festa della donna, previste per il prossimo fine settimana.

Il tampone faringeo per il Coronavirus

Per quanto riguarda l’accesso al pubblico degli uffici comunali saranno rafforzate le misure di prevenzione, favorendo l’utilizzo di modalità di relazione telematiche e di servizi on-line.

A Vaiano la Biblioteca Comunale Franco Basaglia resterà aperta solo per i servizi di prestito e restituzione, mentre resteranno chiuse le sale di lettura e studio.

Sono annullate tutte le iniziative collaterali svolte in biblioteca. La scuola di musica comunale ha sospeso le lezioni fino al 15 marzo incluso.

A Vernio al Mumat, il museo rimane aperto, mentre sono sospese tutte le attività laboratoriali e didattiche. Anche qui la scuola di musica sospende le lezioni fino al 15 marzo incluso.

Si ricorda che il provvedimento ha ordinato la chiusura di tutte le attività didattiche delle scuole, pubbliche e private, di ogni ordine e grado, su tutto il territorio nazionale, fino al 15 marzo 2020.

Il decreto sospende convegni e congressi, manifestazioni ed eventi di qualsiasi natura che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto di una distanza di sicurezza di un metro.

Misure specifiche riguardano anche gli eventi e le competizioni sportive che sono permesse a porte chiuse. Sono sospesi i viaggi di istruzione, scambi, gemellaggi, visite guidate e uscite didattiche di tutte le istituzioni scolastiche.

È previsto che le Residenze sanitarie assistite e le strutture residenziali per anziani dispongano limitazioni alle visite.

[comune di vaiano]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email