«SINDACO, COSTA COSÌ TANTO TENERE IN EFFICIENZA I PARCHI-GIOCHI?»

Una mamma si ferma a riflettere sul disastro degli spazi destinati ai bambini. «Io credo che una buona amministrazione si basa anche e soprattutto su quei piccoli interventi che rendono migliore la vita del cittadino»

Giochi transennati, una tristezza infinita [foto di repertorio]
Giochi transennati, una tristezza infinita [foto di repertorio]
PISTOIA. sono una mamma di 3 bimbi e come tutte le mamme sono una gran frequentatrice di parchi gioco. Vivo a Pistoia da 2 anni.

Devo essere sincera: mi aspettavo di più dalla verde e bella Toscana, regione all’avanguardia in Italia, famosa per la sua efficienza.

Pistoia ha bei parchi gioco ma quasi tutti versano in una trascuratezza a parer mio non giustificabile.

Al parco del Villone Puccini, il più grande e frequentato della città, ci sono 4 giochini strapazzati. Costerebbe tanto mettere un paio di altalene in più? Curare meglio l’area gioco polverosissima? Almeno due giochini sono rotti da quando sono a Pistoia. Costa così tanto farli riparare visto che oltre ad essere rotti sono pericolosi e pieni di schegge?

Ma vi prego: non risolviamo la cosa mettendo delle transenne. Questa mi sembra la maniera più odiosa e meno responsabile di risolvere i problemi. Pericolosi? Rotti? Transenniamo tutto così non ci sono più pericoli. I parchi gioco sono importanti per le famiglie!

Ma andiamo avanti. Al parco di fianco alla chiesa di San Biagio in Cascheri, un bel parco con tanti giochi, ci sono dei giochi rotti da mesi. Pericolosissimo uno scivolo senza l’ultimo gradino.

Idem all’altro parchino li vicino, dall’altro lato della stessa chiesa, dietro Mister Wisard sul viale Adua: qui transenne e giochi rotti.

Stendiamo un velo pietoso sulla chiusura del parco di Piazza d’Armi: crolla un’albero ed al posto di risolvere il problema degli altri alberi (bellissimi peraltro perché secolari) si transenna tutto e via.

Mancano i fondi e questa non è una priorità? Per cortesia siamo seri…

Io credo che una buona amministrazione si basa anche e soprattutto su quei piccoli interventi che rendono migliore la vita del cittadino. La trascuratezza in una città, giustificata da mille scuse, lascia al cittadino tanto ma tanto amaro in bocca.

Alessandra Ciancio

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “«SINDACO, COSTA COSÌ TANTO TENERE IN EFFICIENZA I PARCHI-GIOCHI?»

  1. … tanto più che caro (sic!) sindaco e cari (sic!) politici subentra la “teoria delle finestre rotte”

    “Se una comunità presenta segni di deterioramento e questo è qualcosa che sembra non interessare a nessuno, allora lì si genererà la criminalità.

    Se parchi e altri spazi pubblici sono gradualmente danneggiati e nessuno interviene, questi luoghi saranno abbandonati dalla maggior parte delle persone (che smettono di uscire dalle loro case per paura di bande) e questi stessi spazi lasciati dalla comunità, saranno progressivamente occupato dai criminali.

    Gli studiosi hanno risposto in una forma più forte ancora, dichiarando che l’incuria ed il disordine accrescono molti mali sociali e contribuiscono a far degenerare l’ambiente.”

    http://www.unitresorrentina.org/foto/24-forum/85-la-teoria-delle-finestre-rotte

    PS : ma che gli frega di tutto ciò ad un sindaco che per giustificare le buche nelle strade con un cittadino dice che le buche, servono per diminuire la velocità!!!

Lascia un commento