sindrome & sindromati. DA STOCCOLMA AD AGLIANA?

«Se il vento ha da cambiare, che cambi. Perché menare il can per l’aia? Dobbiamo ricorrere a Cantone, al Difensore Civico Regionale, al (poco efficiente) Prefetto di Pistoia…»
La stampa è libertà: per questo i regimi la censurano

AGLIANA. È il caso di tornare ancora una volta su certi miracoli che si verificano quando, come a Lourdes, in fondo a una grotta appare la Madonna. O quando si manifesta su un monte come a Medjugorje.

Ad Agliana è successo questo: dopo 74 anni di “profondo rosso russo”, è arrivato un 25 Aprile che in realtà sì è verificato, con qualche ritardo, il 9 giugno scorso.

Con la liberazione in Italia cambiò tutto: almeno così ci hanno sempre dato a intendere i compagni della resistenza democratica.

Con la liberazione ad Agliana è cambiato il centralino del Comune, che ora risponde sempre, dicono, mentre prima sembrava un disco rotto con gli annunci ripetuti che l’operatore era momentaneamente occupato.

Per il resto sembra essere tutto fermo e raggelato come – dicevano un tempo certi poeti scherzosi e una fetta di cultura “politicalli scorrett” – il pipi di un novantenne.

Una decisione è stata presa, è vero: quella di congedare la segretaria generale, la quale – ci sia consentito –, se avesse fatto meno privacy e più opere di bene, rispettando e facendo rispettare i doveri del buon dipendente, non si troverebbe oggi nella condizione di dover fare le valigie.

Pensate solo a questo: ad Agliana si pretendeva che i consiglieri di opposizione, per vedere un atto ufficiale del Comune, fossero costretti a farne richiesta scritta ai sensi della legge 241/90, e si esigeva che dovessero aspettare anche 30 giorni: alla stregua dell’amministratore del mio condominio del mare che, invitato a mandarmi la copia di una fattura di un lavoro di manutenzione sospetta, mi rispose che «non poteva perché glielo impediva la privacy».

Dài, andiamo a Stoccolma!

Altre cose, anche di più facile e immediata soluzione, rischiano, invece, di restare a tempo indeterminato come erano prima del 9 giugno per una sorta di inspiegabile “sindrome di Stoccolma” dove – ricordate la canzone di Rino Gaetano? – «se mangi stai colma».

La Rassegna Stampa, tanto per non fare nomi e cognomi alla maniera di Linea Libera, è ancora piantata su Tirreno e Nazione e non si schioda da lì.

E allora, giunta del cambiamento, ce la diamo una mossa o ci mettiamo in ginocchio dinanzi ai passati kapo non si sa bene per quale oscuro motivo? Il campo di Aushwitz è stato liberato e le truppe della liberazione soffrono di eccesso di ritegno nei confronti degli sconfitti? Il giorno che vi riprenderanno il Comune, pensate che i post-sovietici saranno teneri come voi nei loro confronti?

Non c’è bisogno di aspettare una nuova Costituente per fare disapplicare i principi della discriminazione di orientamento politico finora tanto cari ai progressisti: basta un semplice ordine di servizio di poche righe.

Anzi. Ve lo scrivo a chiare lettere io, con la mia idoneità alla dirigenza negli enti locali risalente al lontano 1975. Testo:

La stampa è libertà: per questo i regimi la censurano

 

OGGETTO: Rassegna Stampa. Nuove disposizioni

A far data da domani [data] l’Ufficio Segreteria/Urp/Informazione/o chi altro provvederà a redigere una Rassegna Stampa nella quale dovranno confluire tutte (e non solo alcune) notizie che riguardano Agliana e il suo territorio, tratte da tutti e non solo alcuni quotidiani regolarmente registrati come testate giornalistiche e accreditati nell’area della Piana.

Si ringrazia per la collaborazione.

Il Sindaco
Dottor Luca Benesperi

Thalia, la Musa della Satira e della Commedia

Se il vento ha da cambiare, che cambi. Perché menare il can per l’aia? Dobbiamo ricorrere a Cantone, al Difensore Civico Regionale, al (poco efficiente) Prefetto di Pistoia perché vi ricordino che in Italia non è ammessa la discriminazione? Volete dare un assist all’attuale opposizione perché vi rimproveri di non fare quel che dite? Volete, peggio ancora, che Linea Libera – come in questo momento – vi bacchetti ben bene come ha fatto con l’intellighenzia sinistra di prima?

Chi ha tempo, non aspetti tempo. Sono quasi le 11:52 del 16 luglio: svégliati amministrazione di Agliana!

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]
Castigat ridendo mores [*]

[*] Vedi qui


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email