siria. ADESSO COMINCIAMO A CAPIRE O NO?

I portatori della democrazia e del buon governo la hanno bombardata perché colpevole di avere usato armi chimiche
Basshar al Assad

PISTOIA. Proviamo a gettare lo sguardo un pochino oltre la nostra normale quotidianità.

Proviamo a pensare che la Tv di Stato è foraggiata con i nostri soldi, estorti dalle bollette della luce, e rappresenta l’Italia di oggi: un agglomerato di delinquenti e mafiosi al riparo sotto l’ombrello di certa politica e di certa magistratura.

Proviamo a pensare che torme di deficienti si sono scannati verbalmente pro Clinton contro Trump e viceversa, pensando che questi “signori” potessero pensare anche un poco al mondo che hanno “colonizzato” da quasi un secolo.

Sarà per questo – e lo dico sommessamente – che a chi scrive gli unici americani che piacciono sono quelli che “soggiornano” a Falciani, un hotel vicino Firenze.

Dimenticavo: i portatori della democrazia e del buon governo hanno bombardato la Siria colpevole di avere usato armi chimiche.

Un poco come le armi chimiche di Saddam, che non c’erano o la violenta dittatura di Gheddafi; in quei luoghi adesso impera la pace sociale e il petrolio…

A proposito di Siria, lo sapevate che:

  1. In Siria, non c’è nessuna banca centrale Rothschild.
  2. La Siria ha vietato gli alimenti geneticamente modificati e la coltivazione e l’importazione degli stessi.
  3. La Siria è l’unico Paese arabo che non ha debiti con il fondo monetario internazionale né con la Banca mondiale né con chiunque altro…
  4. La famiglia Assad appartiene all’orientamento tollerante alauita dell’Islam.
  5. Le donne siriane hanno gli stessi diritti degli uomini nello studio, sanità e istruzione.
  6. Le donne in Siria non sono obbligate a indossare il burka. La Sharia (legge islamica) è incostituzionale.
  7. La Siria è l’unico paese arabo con una Costituzione laica, che non tollera movimenti estremisti islamici.
  8. Il 10% della popolazione siriana appartiene a uno dei molti rami cristiani sempre presenti nella vita politica e sociale.
  9. Negli altri Paesi arabi la popolazione cristiana non raggiunge l’1% a causa dei maltrattamenti subiti.
  10. La Siria è l’unico paese del Mediterraneo che è rimasto proprietario delle risorse petrolifere e ha rifiutato di privatizzarle.
  11. La Siria ha un’apertura verso la società e la cultura occidentale come verso gli altri Paesi arabi.
  12. Nella storia 5 papi sono stati di origine siriana. Il pluralismo religioso è unico nella zona.
  13. Nell’ambito delle tensioni globali, la Siria era il solo Paese, in zona, senza guerre o conflitti interni.
  14. La Siria è l’unico Paese al mondo che ha ammesso i rifugiati iracheni, senza alcuna discriminazione sociale, politica o religiosa.
  15. Bashar Al-Assad ha un grande sostegno popolare.
  16. La Siria ha destinato, a imprese statali, una riserva di petrolio di 2,5 miliardi di barili.
  17. La Siria si oppone all’espansionismo di Israele e alla sua apartheid verso i palestinesi.
  18. La popolazione è ben informata sui pericoli della globalizzazione e del nuovo ordine mondiale.
  19. La Siria è l’ultimo ostacolo che impedisce l’asservimento dell’umanità e la creazione dello stato sionista del Grande Israele.

Adesso cominciamo a capire o no?

[Felice De Matteis]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento