sistema marcio. MONT-ANA, INEFFICIENTI E INCAPACI. OVVERO LA STORIA DI UN VIGILE E DI UN’ARMA ROTTA IN GIRO PER LE STRADE

«Parlare con comunisti è peggio che andare di notte: Pechino non conosce il coronavirus; la Nanni non sa cos’è una pistola “incepposa” (ma così è dir poco: assolutamente guasta e pericolosa per chi se la porta dietro)»
Con un carrello che non torna indietro… si rischia di far visita a San Pietro

ERA SILVIO CHE DICEVA «GHE PENSI MI»…


Et voila! Ecco la lettera della pistola rotta (cliccare per ingrandire e leggere)

 

MONT-ANA. Il 28 gennaio scorso avevamo pubblicato un intervento al cianuro (sistema marcio. inefficienti e incapaci. ovvero quando le strutture burocratiche operano con i ritmi del pd) che ha fatto molto incazzare sia Don Ferdinando che la professoressa di ginnastica a capo della polizia municipale, la signora Paola Nanni.

I rumors provenienti da Montale sibilavano di una dirigente irata specie per le domande che le avevamo rivolto in merito a quella che sottotitolammo “Parte Seconda. Una pallottola spuntata”.

Parlando di un vigile di Agliana, settore che non è mai stato a cuore alla dottoressa Paola, avevamo scritto: «L’agente è andato in giro con una pistola “incepposa” (vedi il famoso renziano “petaloso”) da aprile 2019 a fine agosto dello stesso anno». E ci eravamo rivolti a lei per chiedere se la cosa era vera.

Ma parlare con comunisti è peggio che andare di notte: Pechino non conosce il coronavirus; la Nanni non sa cos’è una pistola “incepposa” (ma così è dir poco: assolutamente guasta e pericolosa per chi se la porta dietro).

E c’è da capirla: se infatti ogni cane ha il padrone che ha, anche la comandantA, guardiana della sicurezza e dell’ordine, non può certo contare su un sindaco e una maggioranza progressista che confondono – secondo la definizione dell’ideologo-intellettuale di sinistra, Alessandro Galardini – le «forze dell’ordine» con le «squadracce fasciste»: un vigile con la pistola rotta che cazzo voleva? «Non rompesse», avrebbe detto un famoso preside progressista pistoiese, ignaro del congiuntivo e assai caro alla Blimunda.

Avevamo chiesto alla comandantA di spiegare al popolo se la storia dell’arma rotta era vera o no: ma la coerenza dei neo-stalinisti è ermetica e totale, se sono dei veri “compagni G”. Si chiudono nel più assoluto silenzio e con la Costituzione – come si legge in un famoso sonetto di Neri Tanfucio (= Renato Fucini, La tassa ’n su’ ’ani) «col foglio ci si nettano», cioè se ne catafottono delle norme e delle regole.

Paola Nanni e Ferdinando Betti [da Report Pistoia – 10.5.2019]. Reticenti seriali?
D’altronde che Betti & Nanni (rima perfetta con «danni») siano dei reticenti per natura politica, lo dimostra una famosa conferenza pubblica in cui presero in giro la stampa organica loro fiancheggiatrice.

Peccato, però, che le parole volino e gli scritti restino. Ed ecco cosa arriva in forma di razzetto-aeroplanino di carta. Paola, c’è posta per te! E voi, lettori di Montale e Agliana, lavatevi gli occhi togliendovi le fette di salame che vi ci siete messi sopra. Leggete, Pippoline e Dardanelle comprese. Magari fatevi aiutare dal professor Galardini. La lettera è qui ed è chiara: un vigile urbano di Agliana ha viaggiato – al tempo del comando della Paola – per mesi con la pistola rotta (magari anche con qualcos’altro, di rotto – meno visibile).

A Montale è rimasta in piedi la segretaria Donatella D’Amico, la cosiddetta Fata Smemorina. Sarà il caso che ora la D’Amico mandi, come suo dovere, la Nanni sotto commissione di disciplina per negligenza e colpa (forse finanche grave) per la gravità del fatto stesso che riguardava l’incolumità del vigile? O la fatina se ne scorderà?

La Segretaria Donatella D’Amico

A ogni buon conto notifichiamo in Pec questo articolo alla trinità Betti-Nanni-Smemoryn perché denuncino il fatto in procura, loro che della trasparenza, dell’efficienza e dell’imparzialità hanno fatto il proprio cavallo di battaglia, il proprio Credo.

Ma, lettori, non mollate il telecomando: ci saranno altre puntate ed estrazioni (numeri secchi, ambi e terni) sulla ruota del Mont-Ana. Nel frattempo, buona domenica agli “illuminati” del Carbonizzo!

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]
Delitto di critica, cronaca, satira, estrema unzione, ordine e matrimonio
Chi troppo in alto sal cade sovente precipimontalissimevolmente


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “sistema marcio. MONT-ANA, INEFFICIENTI E INCAPACI. OVVERO LA STORIA DI UN VIGILE E DI UN’ARMA ROTTA IN GIRO PER LE STRADE

Comments are closed.