sistema marcio. STRONZI E PAPPONI IN PARLAMENTO: MA, CARO MARCO TRAVAGLIO, NON ROMPERE I COGLIONI!

La storia – a dio, che non esiste, piacendo – farà un massacro degli stronzi e delle stronzate: sempre troppo tardi e sempre troppo poco, però!

 

Questa volta, però, non firmerò. Mi rifiuto e non voglio farlo perché non si serve il paese e il diritto di essere informati, facendo di queste supercazzole che evitano di ricordare al popolo bue che il peggiore dei crestaioli e dei ladruncoli da quattro soldi di questa inqualificabile repubblica, è stato e resta il non-presidente emerito Giorgio Napolitano…

VEDI, MARCO? NON CAPISCI. . .

FUOR DEL VASO ADESSO PISCI


Giorgio Napolitano. Lui, Marco Travaglio, quante creste ha fatto, da parlamentare europeo, sui voli Roma-Bruxelles?

 

IL FATTO Quotidiano lancia, attraverso la piattaforma Change.org una raccolta di firme contro quelli che tutti i politicamente corretti di questa terra – compresi i geni che chiamano le donne individui con la cervice – definiscono, compiaciuti, i furbetti dell’Inps.

In generale in Change.org normalmente io firmo tutto, perché credo che firmare per tutto sia, in qualche modo, una affermazione di libertà di opinione.

Tra l’altro ho sempre detto anche di più: che se, per paradosso, fosse uscito un referendum con la domanda Volete voi abolire lo Stato? io sarei stato il primo a fare la croce sul : perché in uno stato di questo genere non è solo vergognoso vivere, ma deprecabile lo spreco di forze che siamo costretti a fare per pararci il sedere, di giorno in giorno, dalle decisioni idiote degli incapaci che stanno a succhiare soldi a Roma. E non sono i ladri a fare paura, ma gli imbecilli che non sanno riconoscere neppure la via di casa – come ha sostenuto di recente anche Massimo Cacciari.

Questa volta, però, non firmerò. Mi rifiuto e non voglio farlo perché non si serve il paese e il diritto di essere informati, facendo di queste supercazzole che evitano di ricordare al popolo bue che il peggiore dei crestaioli e dei ladruncoli da quattro soldi di questa inqualificabile repubblica, è stato e resta il non-presidente emerito Giorgio Napolitano, con tutti gli euro rubati (lui, straricco e parlamentare europeo) alla puppa della vacca da mungere.

Povero Enrico!

E oggi, nonostante le sue ruberie – ben coperte a dovere dalla sinistra che inneggiava alla questione morale di Enrico Berlinguer  – l’emerito è bello, con 980mila euro di ciccia all’anno, e senatore a vita come fosse stato un diamante purissimo sia come comunista, che come stalinista all’epoca di Budapest e, infine, come presidente della camera dei dormienti quando Bettino Craxi disse a tutti chi di voi è senza peccato scagli la prima pietra e fu il gelo in aula.

La storia – a dio, che non esiste, piacendo – farà un massacro degli stronzi e delle stronzate: sempre troppo tardi e sempre troppo poco, però!

Anche Travaglio il perfetto ha i suoi limiti oltre l’impeccabile conformismo che lo caratterizza. E siccome non è un giornalista che tratta tutti allo stesso modo, anche lui vada a fare tranquillamente in culo con quel suo faccino perbene da limone & emorroidi che si ritrova! Amen.

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]
L’articolo 21 è sacro: ma lo è anche il dovere di non dover rispettare
un uomo più della verità, secondo il pensiero di Socrate


Senza parole

Da vedere almeno una volta al giorno

Abbiamo o no, Marco Travaglio, il non-presidente emerito che ci siamo meritati?

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email