smemorine. AGLIANA RIPARTE O SI È FERMATA (CON I CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEL CANONE DI LOCAZIONE)?

Promise unione e forza”, ha dato “ritardi e comformismo” alla tradizione bolscevica di 74 anni precedenti.

Il fondo di 50.000 a favore delle imprese di commercio lo vogliamo erogare o no? Che dice l’Assessora al commercio Fondi: non ha capito che i commercianti sono in difficoltà e che non può non rispondere alle loro telefonate di protesta e sollecitazione. Non era questa l’Amministrazione del cambiamento?

AGLIANA. Ci scrivono alcun ristoratori e commercianti per riferire che sul bando del 19 Gennaio scorso del Comune di Agliana, per l’erogazione di un fondo di 50.000 euro a favore delle aziende del territorio che, dopo aver chiuso per l’emergenza sanitaria e sopportare il costo del pagamento del canone di locazione, non hanno ancora ricevuto un bel niente.

Giulia Fondi, è distratta incapace o anche lei “smemorina”?

Le domande di contributo non sarebbero più di un centinaio, una cifra risibile per una Amministrazione di impronta liberista e liberale di centro destra, con tre (anzi quattro, inclusa la Paola) giuristi in giunta!).

In sessanta giorni, ne avrebbero potute esaminare 1,5 al giorno e smaltirle tutte, ma a tutt’oggi, nessuno – tre ci hanno telefonato e sono un numero significativo su 100 domande! – avrebbe riscontro sul “contributo straordinario” che doveva servire all’emergenza del 2020: è davvero possibile che niente è ancora stato erogato?

L’Assessore Fondi, vorrà rispondere alla domanda o preferisce passare l’articolo all’efficientissimo ufficio legale del Sindaco per allungare la lista delle querele?

Paola, spegni l’incendio dei commercianti che si sentono abbandonati, per i rimborsi sui canoni di locazione.

Il fondo di 50.000 a favore delle imprese di commercio lo vogliamo erogare o no?

Che dice l’Assessora al commercio Fondi: non ha capito che i commercianti sono in difficoltà e che non può non rispondere alle loro telefonate di protesta e sollecitazione.

Non era questa l’Amministrazione del cambiamento?

E la segretaria Paola Aveta, che ha lanciato il bando di “accesso al contributo straordinario Covid-19” non ha mai chiesto a che punto è l’istruttoria a 60 giorni dalla chiusura dei termini per la presentazione delle domande?

Insomma era questa l’Amministrazione del cambiamento: premi agli ex assessori e segretari del Pd, donazioni ai parroci rossi, “smemorine” che non evadono le istruttorie delle pratiche di contributo.

Alla Aveta e alla Fondi, lo stipendio glielo avete versato comunque o forse lo avete temporaneamente sospeso in attesa che la vicenda si sblocchi?

Alessandro Romiti

[alessandroromiti@linealibera.info]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email