“SOCIETÀ E CITTADINO”, L’ULTIMO INCONTRO AL SEMINARIO VESCOVILE

Migranti
Migranti

PISTOIA. Domani, 3 maggio  l’ultimo appuntamento del progetto Società e Cittadino, giunto alla 18esima edizione, affronterà la tematica “Migrazioni. Storia e attualità”.

L’argomento è stato scelto nell’intento di comprendere la complessità del fenomeno sia sul piano storico che dell’attualità. A guidare la scelta del tema da trattare, la consapevolezza che soltanto una conoscenza approfondita dei motivi economici, sociali e politici che spingono un crescente numero di persone ad affrontare viaggi tanto rischiosi e l´esempio di buone pratiche di accoglienza possano sconfiggere pericolosi stereotipi xenofobi.

Nel convegno conclusivo, in programma per il 3 maggio nei locali del seminario vescovile di Pistoia, la mattinata sarà divisa in due parti: a turno metà degli studenti incontrerà i relatori in aula magna mentre in giardino gli altri studenti presenteranno i loro elaborati. I relatori che interverranno saranno Franco Tuccio, “il falegname delle croci” fatte con il legno dei barconi affondati davanti a Lampedusa, e Maurizio Brotini della segreteria regionale della Cgil Toscana, responsabile delle politiche immigrazione.

Grazie alla collaborazione dell’indirizzo musicale del liceo Forteguerri sono previste le esecuzioni di due studentesse “pianiste”: Camille Cabaltera, di origine filippina, eseguirà il brano I giorni di Ludovico Einaudi e Valentina Hu, di origine cinese, eseguirà il Notturno n.2 op.9 di Frederic Chopin. Parteciperanno anche Patrizia Belliti, dirigente del liceo Forteguerri, e i ragazzi richiedenti asilo che, come negli appuntamenti passati, porteranno il loro contributo. Il convegno è inoltre realizzato con la collaborazione del club Unesco di Acireale.

Gli incontri precedenti, che hanno coinvolto circa trecento studenti delle scuole superiori pistoiesi, si sono svolti nei mesi di novembre, febbraio e marzo. Il 27 novembre all’auditorium di Pistoia gli studenti hanno incontrato il giornalista e scrittore Gian Antonio Stella; il 3 febbraio al Piccolo Teatro Mauro Bolognini l’attenzione è stata rivolta all’accoglienza dei migranti nella realtà pistoiese; il 21 marzo è stata organizzata a Pistoia la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie promossa a livello nazionale dalle associazioni Libera e Avviso Pubblico. L’evento ha visto una larga e calorosa partecipazione di scuole, istituzioni e associazioni.

Il progetto Società e cittadino è nato nell’anno scolastico 1998/99 dalla collaborazione tra il liceo Forteguerri, il liceo scientifico Amedeo di Savoia Duca d’Aosta e il servizio istruzione della Provincia di Pistoia con l’intento di promuovere una cultura dei diritti umani, della solidarietà e della cittadinanza responsabile. Adesso fanno parte del progetto, secondo il protocollo d’intesa firmato lo scorso febbraio valido fino all’anno scolastico 2017/2018, nove istituti scolastici superiori, il Comune di Pistoia, la Provincia di Pistoia, la sottosezione pistoiese dell’associazione nazionale magistrati e Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie.

La rete di scuole negli anni si è allargata e attualmente comprende, appunto, nove istituti superiori: oltre al liceo Forteguerri (scuola capofila) fanno parte della rete l’istituto professionale Einaudi, l’istituto professionale De Franceschi, l’istituto Pacini, l’istituto tecnico Fedi-Fermi, il liceo artistico Petrocchi, il liceo paritario Suore Mantellate, il liceo Salutati di Montecatini Terme e l’istituto omnicomprensivo di San Marcello Pistoiese.

Un progetto, nato dalle scuole, per diffondere la cultura della legalità democratica, dei diritti, e della solidarietà ed oggi ulteriormente ampliato, grazie ad un protocollo d’intesa.

[puggelli – comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento