SOLIDARIETÀ UNANIME DEL CONSIGLIO COMUNALE A DON CIOTTI

Dopo le minacce rivolte dal boss mafioso Totò Riina al fondatore di Libera approvato un ordine del giorno di "solidarietà e vicinanza". Don Ciotti venerdì 10 ottobre sarà al PalaMelo.
Don Luigi Ciotti
Don Luigi Ciotti

QUARRATA. [a.b.] È arrivata poco prima delle 2 di notte del 1° ottobre l’approvazione ad unanimità dell’ordine del giorno presentato dai gruppi consiliari Pd-Lista per Quarrata e Gruppo Misto il 12 settembre scorso.

Oggetto del documento la solidarietà e la vicinanza di tutto il consiglio comunale di Quarrata a don Luigi Ciotti “per le minacce ed intimidazioni a lui recentemente rivolte da esponenti mafiosi”.

L’apprezzamento del consiglio comunale sarà direttamente ribadito al sacerdote, presidente di Libera, venerdì 10 ottobre quando interverrà all’incontro su “Welcome-Scuola Aperta” al PalaMelo in via Arcoveggio a Quarrata.

Nell’ordine del giorno i gruppi consiliari hanno voluto ribadire anche il proprio apprezzamento “per l’operato di tutti coloro che si impegnano quotidianamente per il contrasto alla mafia e alla criminalità organizzata” nonché hanno rimarcato “l’importanza del sostegno e della protezione delle istituzioni pubbliche nei confronti dei cittadini che denunciano le illegalità mafiose e lavorano per l’affermazione della cultura della legalità”.

Don Luigi Ciotti è particolarmente legato a Quarrata grazie all’amicizia profonda con Antonio Vermigli della Rete Radiè Resch-Casa della Solidarietà.

Ha partecipato tra l’altro a numerose edizioni della Marcia per la Giustizia Agliana-Quarrata nonché a incontri sul tema delle mafie tenutisi nelle scuole e presso il Parco Verde di Olmi.

Scarica il testo dell’ordine del giorno approvato.

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento