SOPPRESSIONE DEI COMMISSARIATI DI POLIZIA FERROVIARIA E POSTALE: IL NO DEL COMUNE

Samuele Bertinelli, Sindaco di Pistoia
Samuele Bertinelli, Sindaco di Pistoia

PISTOIA. Il Comune di Pistoia contrario all’annunciata soppressione dei commissariati di polizia postale e di polizia ferroviaria di Pistoia e di Pescia.

Con una lettera inviata ieri, sabato 8 marzo, al prefetto di Pistoia Mauro Lubatti, il sindaco di Pistoia Samuele Bertinelli ha espresso “la ferma contrarietà del Comune di Pistoia alla ipotizzata soppressione dei commissariati di polizia ferroviaria e postale di Pistoia e Pescia” e ha chiesto al prefetto di rappresentare al Ministero “la contrarietà dell’Amministrazione comunale ad un processo di razionalizzazione della spesa che finisca con il penalizzare il territorio, rendendolo meno sicuro”.

La notizia della soppressione dei commissariati di polizia ferroviaria e postale è stata annunciata durante la seduta di mercoledì scorso del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, durante la quale l’assessore Tuci, delegato dal sindaco, aveva già espresso la contrarietà dell’Amministrazione comunale ad una simile operazione di impoverimento della sorveglianza sul territorio.

“Il Commissariato di Polizia ferroviaria presso la stazione di Pistoia – spiega il sindaco – costituisce un prezioso presidio per la sicurezza dell’area che ha visto, in questi mesi, anche una crescente presenza di cittadini in grave difficoltà economica e sociale, che trovano nei locali della stazione un punto di riferimento”.

Anche il Commissariato di Polizia postale costituisce, secondo il sindaco, un riferimento “sempre più importante per la cittadinanza e, in particolare, per molte famiglie preoccupate per i pericoli che i propri figli corrono attraverso l’uso – spesso difficilmente controllabile, come purtroppo documentano le cronache nazionali e locali – delle nuove tecnologie”.

Ecco il testo integrale della lettera:

“Signor Prefetto, come anticipatoLe dall’assessore Mario Tuci nel corso della seduta del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica che ha affrontato il tema in oggetto, intendo ribadire la ferma contrarietà del Comune di Pistoia alla ipotizzata soppressione dei commissariati di polizia ferroviaria e postale di Pistoia e Pescia.

Il Commissariato di Polizia ferroviaria presso la stazione di Pistoia, difatti, costituisce un prezioso presidio per la sicurezza dell’area che ha visto, in questi mesi, anche una crescente presenza di cittadini in grave difficoltà economica e sociale, che trovano nei locali della stazione un punto di riferimento.

Anche il Commissariato di Polizia postale costituisce sempre più un riferimento importante per la cittadinanza e, in particolare, per molte famiglie preoccupate per i pericoli che i propri figli corrono attraverso l’uso – spesso difficilmente controllabile, come purtroppo documentano le cronache nazionali e locali – delle nuove tecnologie.

Nell’auspicio che possa efficacemente rappresentare la contrarietà dell’Amministrazione comunale ad un processo di razionalizzazione della spesa che finisce con il penalizzare il territorio, rendendolo meno sicuro, porgo i migliori saluti”.

[quilici – segr. sindaco pt]

redazione@linealibera.info

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento