SPACCIO STUPEFACENTI, CUSTODIA CAUTELARE PER TRE NIGERIANI

polizia

PISTOIA. Nella mattinata odierna, 27 marzo, la Polizia di Stato di Pistoia, coadiuvata da personale del Reparto Prevenzione Crimine “Toscana” e da unità cinofile provenienti da Bologna e Firenze, ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura della custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Pistoia dott.ssa Martucci su richiesta del P.M. titolare delle indagini Sost. Proc. dott.ssa Linda Gambassi, nei confronti di 3 uomini di nazionalità nigeriana gravemente indiziati di essere responsabili del reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le misure cautelari sono state emesse ad esito di indagini svolte da questa Squadra Mobile attraverso l’acquisizione di tabulati telefonici e l’assunzione di informazioni da parte di persone che fanno uso di sostanze stupefacenti (nella fattispecie eroina e marijuana) e che erano soliti acquistarle nei parchi cittadini di questo capoluogo.

Nell’occasione sono state eseguite anche perquisizioni domiciliari presso i destinatari delle misure. In particolare, uno dei soggetti è stato rintracciato presso la Parrocchia “Santa Maria Maggiore”, sita in questa via di Ramini 154, di cui è titolare il Parroco don Massimo Biancalani e dove è attivo un centro di assistenza stranieri gestito dall’Associazione Virgilio. Nel corso della perquisizione nella stanza in uso al catturando sono stati rinvenuti 2 grammi di marjuana occultati in un pacchetto di fazzolettini.

Inoltre, sono stati perquisiti anche altri due obiettivi di interesse investigativo. In uno di questi, situato in questa via del Villone, sono stati rinvenuti 10 grammi di hashish e 2 grammi di marjuana. Pertanto si è proceduto a denunciare all’Autorità Giudiziaria anche l’affittuario dell’appartamento, cittadino marocchino di anni 25.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento