“SPECIAL OLYMPICS”, TRENTA VOLONTARI PER IL PRIMO EVENTO FORMATIVO

Il grande evento sportivo riservato a persone con disabilità, che si svolgerà a Montecatini Terme da 4 al 10 giugno
Special Olympics

UZZANO. Sono stati in 30 venerdì scorso, 19 gennaio, a partecipare al corso di formazione gratuito rivolto ai volontari delle “Special Olympics Italia 2018”, il grande evento sportivo riservato a persone con disabilità, che si svolgerà a Montecatini Terme da 4 al 10 giugno.

Il corso si è tenuto all’interno del Centro Civico Amina Nuget di Uzzano ed è stato organizzato dai Comuni di Montecatini Terme e Uzzano, in collaborazione con la Società della Salute della Valdinievole.

“È dal 2015 che tutti i Comuni della Valdinievole – ha affermato Marco Borgioli, referente per la Società della Salute dei programmi e dei progetti delle Special Olympics – stanno lavorando insieme perché questa manifestazione riesca al meglio. Quello di oggi è uno dei primi incontri formativi che verranno organizzati sul territorio e che sono finalizzati a formare i volontari che durante l’evento di giugno supporteranno gli atleti e le loro famiglie. Il contributo del volontariato è fondamentale per la riuscita della manifestazione che si svolgerà non solo a Montecatini ma in vari impianti sportivi della Valdinievole e che prevedrà vari momenti. Fra questi voglio ricordare la Torch Run, evento apripista dei giochi nazionali, che toccherà i vari comuni del territorio”.

Ad augurare un buon lavoro ai volontari era presente anche l’onorevole Edoardo Fanucci. “Questa giornata – ha commentato quest’ultimo – è un bell’esempio di aggregazione e dedizione. Le Special Olympics non saranno un’esperienza importante solo per gli atleti, ma anche per i volontari che potranno ottenere un grande arricchimento nel dedicarsi ad aiutare i giovani sportivi con disabilità che parteciperanno alle gare”.

“Siamo da anni impegnati – ha concluso il Direttore della Sds della Valdinievole Claudio Bartolini – sul versante dell’assistenza alle persone disabili. Su un bilancio di circa 17 milioni di euro 7 sono destinati a progetti per i disabili. Le strutture della Sds saranno a disposizione delle Special Olympics. Negli anni abbiamo sperimentato come lo sport sia uno strumento fondamentale del processo di inclusione”.

Al termine del corso di formazione ai partecipanti è stato rilasciato un attestato di partecipazione che certificherà le competenze sociali e sportive acquisite.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento