sport. BENESPERI RICEVE L’AGLIANESE CALCIO

Alla fine della cerimonia, il sindaco ha consegnato alla società un’opera in terracotta creata appositamente dall’artista aglianese Vanni Melani. Ma l'impianto di illuminazione al sussidiario che fine ha fatto?
La squadra in sala consiliare

AGLIANA. Accoglienza solenne nella sala consiliare del Comune di Agliana per staff, dirigenza e giocatori: con la presentazione e il saluto del sindaco di Agliana Luca Benesperi la stagione 2019/20 è ufficialmente iniziata.

Prima del suo intervento, il primo cittadino ha ricevuto in dono dalle mani del presidente Gabriele Giusti una maglia neroverde personalizzata.

Queste la sue parole: «Ringrazio la squadra e la stampa per essere qui. Come diceva Marcello Melani, storico presidente della Pistoiese, non bastano i calciatori per raggiungere gli obiettivi: c’è bisogno del contributo di tutti. Così deve essere, perché l’Aglianese non è una società qualsiasi: dietro questi colori c’è la storia di una città intera. Motivo per il quale quella di oggi deve essere una giornata solenne.

«Ai calciatori faccio un appello, affinché comprendano fino in fondo l’onere e l’onore di indossare una maglia come quella dell’Aglianese – ha proseguito Benesperi – Avete la fortuna di giocare per una società dal grande blasone, unica per serietà ed organizzazione. Alla società Aglianese rinnovo il mio sostegno: In questi giorni stiamo ultimando i lavori allo stadio “Bellucci”, con l’auspicio che entro fine settembre il cantiere sia terminato. I risultati acquisisti fin qui non devono essere un traguardo definitivo ma anzi lo sprono per fare ancora meglio. Motivo per il quale l’amministrazione deve stare ancora più vicina alla squadra. Questa è una squadra che come noi lotterà fino in fondo per salvarsi – ha spiegato Iacobelli – sarà una partita molto equilibrata e di sofferenza, e poi dovremo tenere conto del fatto che le prime partite non sono mai veritiere, ogni squadra ha impostato la preparazione in modo diverso e questo influisce».

A fare gli onori di casa c’era l’assessore alla cultura Giulia Fondi: «Quella di oggi è un’occasione significativa – ha spiegato l’assessore – L’Aglianese è una società importante dalla storia quasi centenaria. A questi colori sono legata per i trascorsi calcistici di mio padre, che in passato ha vestito la maglia dell’Aglianese. Ospitare la squadra e renderle omaggio è un dovere di tutta la città».

Un momento della presentazione

«A nome della società ringrazio il sindaco e la giunta per l’opportunità che ci hanno offerto – ha esordito il presidente Gabriele Giusti, che insieme a capitan Di Vito rappresentava la società al tavolo delle autorità – Continuare a fare calcio non è semplice ed è per questo che abbiamo bisogno che le istituzioni ci restino vicine. Quest’anno spero di trovare meno sofferenze e più soddisfazioni lungo la strada, contribuendo al divertimento di tutti».

«Anche la squadra ci tiene a ringraziare il sindaco e la città – ha aggiunto il capitano – è importante che ognuno di noi fornisca il proprio contributo per il raggiungimento dell’obiettivo, perché soltanto con l’apporto di tutti possiamo superare gli ostacoli che ci troveremo ad affrontare». Alla fine della cerimonia, il sindaco ha consegnato alla società un’opera in terracotta creata appositamente dall’artista aglianese Vanni Melani. Oggi alle 15 l’esordio a Bastia Umbra.

[alglianese calcio – comunicato stampa]


Estratto della prescrizione di obbligo presente nel contratto Agisport del 2013 non adempiuta

____________________

A PROPOSITO DI AGLIANESE CALCIO
(e di Agisport)

Luca Benesperi già mister dei giovanissimi dell’Aglianese

Bella la cerimonia di presentazione e sicuramente emozionato è stato il Sindaco Luca Benesperi che ha coltivato le giovanissime squadre degli allievi, quale mister.

Gli stessi che – ancora oggi – proseguono gli allenamenti nel campo sussidiario Barontini, senza disporre dell’illuminazione artificiale che avrebbe dovuto allestire l’Associazione Agisport, capitanata dal boss Antonio Papi.

L’Aglianese calcio ebbe anche a scrivere una lettera di protesta per tale omissione di infrastruttura, un impianto che doveva essere costruito da Agisport entro il 31.12.2015 e che non ha mai visto luce, ma ha dato seguito alla visita della Guardia di Finanza nell’Ottobre del 2017.

Magazzini, Antonio Papi (patron di Agisport), la Sindaca Ciampolini e Fontana nel 2013. Non tagliano il nastro di inaugurazione dell’impianto di illuminazione

Di questa ennesima dimostrazione di “malagestione” della cosa pubblica, la Fata Smemorina Donatella D’Amico, ci dette assicurazione – lo fece direttamente nel luglio del 2013, in presenza del Dirigente Ing. Massimo Giorgi – che l’amministrazione (allora con Eleanna Ciampolini come mayor) non avrebbe esitato a richiedere il “ristoro dei danni” alla società affidataria dell’appalto di gestione.

Il Comune non ha mai esercitato questa opzione, mancando di assolvere alla disponibilità di un impianto di illuminazione che avrebbe permesso agli allievi di praticare l’allenamento anche nella fasce orarie notturne, nei lunghi pomeriggi invernali. Lo dice – marcato in grassetto – la clausola contrattuale sopra evidenziata.

Sì può sapere che cosa intende fare la nuova amministrazione sulla vicenda?

Alessandro Romiti
[alessandroromti@linealibera.info]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email