STAGE LINGUISTICO A VALENCIA E SCAMBIO A SAN PIETROBURGO

Per le classi quarte dell’Its “F. Forti” di Monsummano nel mese di aprile
I ragazzi dello scambio a San Pietroburgo
I ragazzi dello scambio a San Pietroburgo

MONSUMMANO. Il mese di aprile 2014 ha visto coinvolti 38 studenti delle classi quarte dell’Its “F. Forti” di Monsummano Terme in due esperienze a dir poco uniche, formative e, soprattutto, umane.

Infatti, nella prima settimana di aprile, un gruppo di 27 studenti, accompagnati dai professori Dean David Rosselli (docente di Spagnolo e Vicepreside dell’Istituto) e Cosimo Magnelli, si è recato per una settimana a Valencia (Spagna) per seguire uno stage linguistico di 16 ore, presso un’accademia referenziata, con insegnanti madrelingua, mentre altri 11 studenti, nell’ultima settimana del medesimo mese, accompagnati dalle prof.sse Donatella Masia e Vanda Ferrarin (storiche docenti di Inglese dell’Istituto), si sono recati a Kronstadt, nei pressi di San Pietroburgo (Russia) per uno scambio culturale che già da due anni vede legate Italia e Russia da quanto di più prezioso questi due paesi possiedono: i giovani.

Per quanto concerne soprattutto lo scambio culturale con la Russia (l’Istituto ne organizza anche altri in Scozia, Francia, Polonia) è importante sottolineare quanto esso sia la risultante di un impegno da parte degli studenti che abbraccia l’intero anno scolastico in preparazione di un viaggio che è soltanto l’ultima tappa di un percorso formativo più ampio e articolato.

Esperienze di tal sorta superano le frontiere etniche, geografiche e persino linguistiche, perché l’intento nell’organizzare tali attività con fatica, dedizione e dispendio d’energie oltremodo consistenti, non è soltanto quello di migliorare e mettere alla prova le conoscenze linguistiche dei nostri studenti, ma piuttosto quello di testare le loro umane competenze.

I ragazzi dello stage a Valencia
I ragazzi dello stage a Valencia

Il valore di una Scuola che meriti davvero tale maiuscola sta nella sua capacità di formare cittadini capaci di compiere scelte motivate, di rimediare ad errori apprendendo da essi, di risolvere problemi, di muoversi attraverso l’Europa ma non solo, attraverso il pianeta, consapevoli delle competenze e delle abilità necessarie a farlo, coscienti delle difficoltà, diversità, divergenze che tali viaggi prevedono, ma ancora più consci dell’enorme crescita interiore, del patrimonio umano, del valore etico, che esperienze di tal genere infondono.

Essere una Scuola così, o tentar di divenirlo, è ciò che l’Istituto “F. Forti” azzarda ogni giorno, anche attraverso iniziative come quelle appena descritte.

[comunicato – its f. forti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento