storia. PISTOIA NEL RISORGIMENTO

Giorgio Petracchi
Giorgio Petracchi

PISTOIA. Giovedì 25 febbraio alle ore 16 nella sala Gatteschi della biblioteca Forteguerriana, il professor Giorgio Petracchi parlerà sul tema “La biblioteca Forteguerriana racconta ai pistoiesi la storia della città nell’epoca del Risorgimento”.

La storia di una città è depositata e stratificata negli archivi e nelle biblioteche. Queste conservano non solo i documenti (carte private e fogli volanti), ma anche ciò che sulla base di essi è stato scritto, ossia la storiografia. L’ampiezza e lo spessore della stratificazione dei documenti e della storiografia conservati nelle biblioteche danno generalmente la misura di quanto sia stata intensa e vivace la vita di una città in una determinata epoca storica.

Basta misurare la consistenza dei documenti e della storiografia sul Risorgimento conservati nella biblioteca Forteguerriana per renderci conto che il Risorgimento è la stagione più viva e interessante vissuta da Pistoia in epoca moderna.

La biblioteca Forteguerriana è infatti ricca di materiale storico-documentario di interesse risorgimentale come testimoniano i numerosi e importanti fondi che conserva: il Fondo Giuseppe Civinini, che contiene il carteggio pubblico e privato di Civinini (che si era iscritto giovanissimo alla Giovane Italia e si era unito ai Garibaldini nell’impresa dei Mille), e che consiste in lettere e documenti relativi alla sua attività di direttore de “Il Diritto” e “La Nazione”, documenti relativi, fra l’altro, al fatto di Aspromonte ed al trasferimento della capitale da Torino a Firenze; il Fondo Giuseppe Mazzoni ed il relativo carteggio con vari corrispondenti come Garibaldi e Ricasoli; il Fondo Pietro Contrucci, bibliotecario del Collegio Forteguerri ed uno dei membri più attivi della Carboneria italiana e della società patriottica pistoiese “Gli amici del popolo”; il Fondo Guido Macciò, il cui padre, Didaco, fu uno dei più attivi patrioti pistoiesi, il Fondo Alberto Chiappelli, con numerosi fogli volanti comprendenti proclami di Vittorio Emanuele II, di Garibaldi e di Napoleone III.

Giorgio Petracchi, storico, già ordinario di Storia delle relazioni internazionali presso l’Università di Udine, è membro di associazioni scientifiche e culturali e consulente storico dell’Istituto italiano di cultura a Mosca.

La conversazione sarà seguita da una visita guidata ad un’esposizione dei fondi risorgimentali della Forteguerriana in sala Gatteschi.

L’incontro fa parte del ciclo “La Forteguerriana racconta Pistoia”. Il programma completo delle conferenze è consultabile sul sito web della biblioteca Forteguerriana: http://forteguerriana.comune.pistoia.it/la-forteguerriana-racconta-pistoia-conversazioni-con-visita/.

[daniele – comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento