STRADE PROVINCIALI SENZA MANUTENZIONE

Zona Permaflex
Zona Permaflex

PISTOIA. Un lettore scrive:

Caro Direttore,
mi muovo spesso per lavoro e volevo segnalare a Lei e ai lettori lo stato di incuria e degrado in cui versano le strade provinciali, dalla mancanza di rotatorie (vedi ultimo incidente sulla nuova Pratese), al taglio dell’erba effettuato solamente una volta l’anno, alle barriere metalliche di protezione fuori norma su gran parte delle strade, anche quelle di scorrimento, le cui estremità laterali non segnalate possono trasformarsi in pericolose lame taglienti, ai cartelli stradali caduti (mancano diverse progressive chilometriche sulla Pistoia-Riola e sulla Pistoia Femminamorta da qualche anno) a quelli inutili (come quello sotto Le Piastre scendendo verso Pistoia che indica possibili code per cantiere, cantiere oramai finito da tre anni almeno), alla segnaletica orizzontale quasi sempre assente: una situazione anomala rispetto ad altre province toscane, la sensazione che appare è di totale degrado.

Strada Provinciale 47 verso Candeglia
Strada Provinciale 47 verso Candeglia

La segnaletica è insufficiente e indecente su troppe strade, la Riola, la Femminamorta, Nuova Pratese, Camporcioni, Tangenziale Est di Pistoia, il raccordo per la sp66. Troppo tempo passa da un ripasso all’altro e le pitture utilizzate non sono il più delle volte idonee al piano stradale o alle condizioni di traffico.

C’è da pensare che le ditte (le solite) facciano la cresta sui prodotti diminuendo la quantità di spruzzo delle vernici o aggiungendo troppa acqua. La situazione deve cambiare. Additare la mancanza di manutenzioni ordinarie a continui tagli governativi è una giustificazione che può reggere fino a un certo punto. Si cominci ad affidare i lavori ad altre ditte e, per favore, diamoci una mossa. Fra tre mesi è autunno.

Assiduo Lettore

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento