STRISCE PEDONALI INVISIBILI

La mancata manutenzione della segnaletica orizzontale all’origine dell’incidente che è costato la vita a Loretta Petracchi
Strisce pedonali poco visibili
Strisce pedonali poco visibili

QUARRATA. [a.b.] Attraversare la strada a Quarrata è sempre più un’impresa a causa della mancata manutenzione delle strisce pedonali. La pessima condizione della segnaletica orizzontale potrebbe essere anche la causa dell’incidente avvenuto a Casini che è poi costato la vita a Loretta Petracchi, investita come si ricorderà da un furgoncino guidato da un anziano quarratino.

In un “messaggio privato” ricevuto e firmato, una nostra lettrice P.T. ha fatto questa ipotesi: “Il signore che ha investito la signora Loretta abita dalle mie parti in Violina e conosco la famiglia da tanto tempo e sono delle persone bravissime. Io non avevo saputo niente perché non leggo sempre i giornali ed ho appreso da lei del grave incidente quando lo ha riportato su Fb.

Da bravo e attento giornalista come lei è, le vorrei far notare che le strisce pedonali davanti al Penny Market (a Casini – n.d.r.) non si vedono molto.

Il Penny Market lungo la Statale 66 a Casini
Il Penny Market lungo la Statale 66 a Casini

Anche se è giorno sono sbiadite e ieri (domenica per chi legge – n.d.r.) ho fatto un giro per Quarrata e mi sono cadute le braccia. Da nessuna parte si vedono le strisce. Appena in Violina, Viale Europa zona Coop e dintorni e anche a Quarrata nella zona del Comune e via discorrendo”.

Non possiamo che raccogliere l’appello e rilanciarlo ai nostri amministratori. Nel 2011-2012 il problema delle strisce poco visibili era stato evidenziato anche all’interno del Laboratorio di partecipazione sull’accessibilità svolto nel Comune di Quarrata e rivolto agli studenti della scuola media.

Vedi:

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento