studenti esemplari. DONAZIONE DAL “PACINOTTI”

Gli studenti dell’istituto Pacinotti di Pistoia organizzano una raccolta fondi per i più bisognosi. Raccolti  500 euro che saranno destinati a un’associazione no profit pistoiese che assiste i senzatetto
L’istituto Pacinotti

PISTOIA. Per crescere insieme occorre passare anche dai grandi gesti di solidarietà. Condividere le risorse è una grande lezione che attraversa le aule scolastiche.

È così che gli studenti dell’Istituto “Pacinotti” di Pistoia hanno deciso di lasciare un segno in occasione di queste festività natalizie e hanno organizzato una grande “festa di gala con ballo” attraverso la quale raccogliere fondi da destinare ai più bisognosi.

«È la prima volta che la scuola organizza un evento simile ed è stato raggiunto un grande risultato – commentano la Dirigente scolastica Ilaria Baroni e la vicepreside Maria Teresa Bechi –  visto  che non solo i nostri studenti hanno potuto godere insieme di momenti conviviali, in uno spazio esterno all’Istituto, ma hanno deciso di dedicare parte del ricavato della festa a un’associazione del territorio che si occupa di dare assistenza alle persone in

difficoltà.

Condividere le risorse disponibili è una grande lezione per ognuno di noi».

L’iniziativa è nata grazie a un’idea del professor Angelo Boffa, subito accolta con entusiasmo sia dagli studenti che dagli insegnanti, che hanno partecipato numerosi alla festa.

Con il contributo di tutti sono stati raccolti 500 euro. Il ricavato della serata sarà quindi consegnato personalmente dagli studenti all’associazione onlus “Raggi di speranza alla stazione” in occasione della Messa celebrata dal Vescovo Monsignor Fausto Tardelli domani sabato 22 dicembre alle ore 18.30, nel salone del dopolavoro ferroviario di Pistoia.

[dirigente scolastico Pacinotti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento