SU AUTO, MOTO E BICI STORICHE

L’auto di Mario Bernardini
L’auto di Mario Bernardini

PISTOIA. A spasso nella storia. Sabato 29 e domenica 30 novembre il Veteran Car Club Pistoia allestirà all’interno del padiglione espositivo “Pistoia Fiere – La Cattedrale” una mostra, a ingresso libero, dedicata alle auto classiche denominata “Auto Expo”, che avrà anche spazi per le moto e le bici storiche.

Un appuntamento imperdibile per gli amanti di usi, costumi e tradizioni e del collezionismo. Sabato pomeriggio e l’intera giornata di domenica sarà possibile visitare la rassegna, che metterà in esposizione una cinquantina di automobili, decine e decine di motociclette e biciclette.

“Da quest’anno vorremmo offrire alla città un’ulteriore occasione per conoscere e apprezzare auto che ormai sono una parte del nostro patrimonio culturale – asseriscono all’unisono gli organizzatori –: grazie ai collezionisti pistoiesi potremo ammirare vetture che hanno avuto un’illustre e gloriosa storia sportiva più alcune delle auto rappresentative della produzione nord-americana”.

Tanto per citarne alcune, una Fiat 600 D Multipla di Giovanni La Mura, la Lancia Fulvia 1600 Hf, con cui l’indimenticabile pilota Sandro Munari trionfò al Rally di Montecarlo, e la sublime Lancia Stratos. Sabato 29 inoltre, con inizio alle 18, sarà presentato l’ultimo lavoro di Vallero Fagioli, che ha realizzato la biografia sportiva, imprenditoriale e umana del pilota e costruttore d’origine bolognese, ma pistoiese acquisito Mario Bernardini, che per vari decenni, prima e dopo il secondo conflitto mondiale, fu uno dei personaggi più rappresentativi dell’automobilismo pistoiese.

A seguire la presentazione della “Ala 50 – Carlo Chiti”, auto stradale bifuel prodotta dalla Montecarlo Engineering grazie al progetto Bellasi-Chiti-Ballabio. Per questa occasione, oltre alle autorità cittadine presenzieranno il console di Montecarlo, Alessandro Giusti, e Olga Chiti, sorella dell’ingegner Carlo Chiti, che Pistoia celebra e ricorda a 90 anni dalla nascita.

Ricordiamo che le moto sono state fornite dal Moto Club La Fortezza e pure da singoli collezionisti, mentre la parte dedicata alle bici, con una splendida e suggestiva sintesi storica delle Bianchi (specie quelle del periodo coppiano), è stata curata da Luigi Pulcini e dal gruppo di amici di Velò Retro Pistoia, con tanti pezzi messi a disposizione da Leonello Innocenti, Tiziano Niccolai e Nicola Lucchesi, appassionati trasformatisi occasionalmente in valenti restauratori.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento