SULL’ANNUNCIO DEL FONDO “AGLIANA, FORZA!” E LA FINTA COLLABORAZIONE

Massimo Vannuccini

AGLIANA. Sul piano di contributi e sgravi presentato in pompa magna dall’Amministrazione aglianese ci tengo a fare alcune considerazioni, sul merito e sul metodo.

Cominciamo dai contenuti:

  • molti sono annunci, provvedimenti a cui lavorare e da votare in Consiglio comunale. Mi hanno colpito i passaggi sul taglio ai costi del suolo pubblico per gli esercenti commerciali, come il dimezzamento sui dehors.
  • È uscito finalmente il tanto atteso Decreto Rilancio che cancella la Cosap (dal 1 maggio al 31 ottobre) per le categorie commerciali che hanno licenzia di occupazione del suolo pubblico, con conseguente reintegro da parte dello Stato delle casse comunali.

Su questo forse sarà necessario capire che cosa l’amministrazione dimezzerà, mi risulta che 0 diviso 2 fa comunque 0. Cerchiamo di non creare ulteriore caos e sovrapposizioni, annunciando misure almeno in parte già in atto.

L’Assessore al bilancio Gherardi ci dice che prevedono di istituire un fondo per azzerare o ridurre la Tari a chi ha subito un danno particolare del lockdown.

Bene, peccato che persista ancora nel bilancio del Comune l’aumento di 100.000 attuato proprio da questa amministrazione e proprio sulla Tari. In pratica stiamo dicendo ai cittadini di pagare ancora di più per poi istituire un fondo e fare sconti alle imprese; se il Comune vuole ridurre la Tari a certe categorie, cosa condivisibile, lo faccia con il bilancio comunale, cancellando quindi anche l’aumento della Tari imposto con il bilancio preventivo! Diversamente la destra aglianese sta facendo solo un’operazione di marketing che pagheranno gli aglianesi!

 L’Assessore Gherardi ha inoltre dichiarato che le risorse sono state trovate anche modificando per questo anno alcuni obiettivi di questa amministrazione; cito un passaggio preso dall’articolo uscito su ReportPistoia: “Risorse che abbiamo convogliato rimandando e risparmiando sulle opere pubbliche” (ho visto il video, non è una forzatura giornalistica). Non so cosa ne pensi l’Assessore allo sviluppo economico Ferretti Giovannelli, compagno di partito di Gherardi nella Lega; a parer mio rimandare e risparmiare sulle opere pubbliche è il più grande errore che si possa fare, proprio contro gli interessi delle attività produttive e di tutta la comunità! Speriamo sia stata solo una improvvida dichiarazione!

Sul metodo:

  • In una conferenza dei capigruppo via web di fine Aprile fu proprio il Sindaco a proporci di avviare un percorso di condivisione degli interventi da mettere in atto come Comune nella cosiddetta fase 2, a sostegno di famiglie e imprese.
  • Ora scopriamo che i giochi sono fatti e anzi che qualche cosa che emerge viene proprio dalle considerazioni che dall’opposizione furono poste nella prima e unica commissione in cui pareva si potesse condividere la risposta alla crisi.

Come gruppo prendiamo atto della fine di questo percorso di collaborazione; del resto cosa aspettarsi di diverso? Non dimentichiamoci dell’assenza di discussione quando l’amministrazione decise di prendersi tutte le presidenze di commissione.

Chiudo ricordando che le due proposte che abbiamo presentato sui contributi per gli affitti e la Tari — che a questo punto chissà quando discuteremo! — non sono campate per aria. Nascono dal taglio netto fatto sui contributi affitti deciso da questa amministrazione per il 2020 rispetto agli scorsi anni e per l’aumento della Tari che più volte ho ricordato (E dire che il Sindaco parlava di zero aumenti e zero tagli sul sociale!).

Da mesi abbiamo inoltre presentato una mozione sul sostegno alle famiglie con i figli e sul tema dei centri estivi che ancora è lì che attende di essere discussa”.

Massimo Vannuccini (da facebook)

LA RISPOSTA DELL’ASSESSORE GIULIA FONDI

L’assessore Giulia Fondi

“È pur vero – ha chiarito l’assessore Giulia Fondi – che c’è stato un primo confronto con l’opposizione, ma vivendo in un momento di emergenza dovevamo prendere decisioni immediate. Infatti, nell’attuazione di tutto quanto abbiamo annunciato è previsto espressamente un coinvolgimento di tutti gli attori in causa. Per questo occorre fare chiarezza e non creare ulteriore confusione tra i cittadini.

L’amministrazione ha azzerato la tassa sul suolo pubblico per tutti i dehors degli esercizi commerciali presenti sul territorio aglianese fino a settembre 2020.

Il dimezzamento del suolo pubblico – frainteso dal consigliere Vannuccini- riguarda il commercio ambulante e non i dehors. Mentre per i mesi di marzo, aprile e maggio è previsto l’azzeramento di tale tassa per i mesi di giugno, luglio ed agosto si prevede il dimezzamento della stessa per consentire una ripartenza graduale. Cerchiamo di non ingenerare più confusione di quella che già viene creata da organi sovraordinati a noi!”.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “SULL’ANNUNCIO DEL FONDO “AGLIANA, FORZA!” E LA FINTA COLLABORAZIONE

Comments are closed.