supercoppa basket. SECONDA VITTORIA CONSECUTIVA PER LA GTG PISTOIA

Netta vittoria della Giorgio Tesi Group sulla Fortitudo Bologna

1

PISTOIA. Bella vittoria ieri sera al PalaCarrara. Nella terza gara di supercoppa, Giorgio Tesi Group batte nettamente Fortitudo Bologna 65-56. Match cominciato in salita per coach Brienza, che deve rinunciare a Saccaggi e Huggins, problemi alla spalla per entrambi, e problemi di botteghino aggiungiamo noi, pochi gli appassionati della palla a spicchi presenti in viale Fermi, i tifosi bolognesi c’erano, si facevano sentire e hanno (applausi) anche mostrato uno striscione per manifestare vicinanza alla popolazione marchigiana duramente provata dall’alluvione di poche notti fa (è stato osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime).
Tornando alla gara, il primo quarto si è concluso sul 14-9 per i padroni di casa, che hanno sempre condotto in testa l’incontro.

2

Grande prova di capitan Della Rosa, che con i suoi 15 punti ha contribuito non solo a tenere dalla parte pistoiese il vantaggio ma con le sue “sgridate” in campo, quando veniva sbagliato qualche movimento, rimetteva in riga i compagni di squadra e teneva bene il timone della GTG.
Vari errori arbitrali, o perlomeno varie decisioni “bizzarre” hanno fatto innervosire non poco giocatori, tecnici e pubblico che come una sola cosa però ha gioito a fine gara coi giocatori che si sono attardati a salutare i presenti.
Risultato dunque 65-56 (14-9,29-25,49-37,65-56) gran prova anche di Varnado, autore di 16 punti, Weathle super Carl presente e decisivo anche a condurre il gioco, buona prova anche per Allinei, Pollone e Lurini. Bologna si è dimostrata avversario di gran nome, ma ieri sera i ragazzi di Brienza si sono dimostrati veri leoni.
Forza Pistoia dunque e testa già al prossimo match.

[Gianluca Risi]

 

3
4
5
6
7
8

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email