il nome della cosa. A PROPOSITO DEI “PARRUCCONI” DELLA CONSULTA

il nome della cosa. A PROPOSITO DEI “PARRUCCONI” DELLA CONSULTA

  A PIÈ DI PAGINA di un altro articolo, ho indicato i giudici della Consulta con un epiteto ironico-umoristico che ne evidenzia certe caratteristiche. Lo ripropongo a tutti i lettori a se stante, anche per una più approfondita analisi sul...
Leggi di più
legalità. I “PARRUCCONI” RIMARCANO IL VALORE DELLA LIBERTÀ DI STAMPA, MA IL SINDACO BETTI DIMENTICA L’ART. 54 DELLA COSTITUZIONE [*]

legalità. I “PARRUCCONI” RIMARCANO IL VALORE DELLA LIBERTÀ DI STAMPA, MA IL SINDACO BETTI DIMENTICA L’ART. 54 DELLA COSTITUZIONE [*]

  Sul valore della stampa libera e svincolata da qualsiasi interesse tranne quello dell’informazione, pubblichiamo la notizia-commento che segue:   ROMA. La Corte Costituzionale, pur respingendo le eccezioni sollevate dal tribunale di Catania i...
Leggi di più
montana (ma non la carne). QUANDO I COMUNI ERANO UNA COSA SERIA

montana (ma non la carne). QUANDO I COMUNI ERANO UNA COSA SERIA

MONTALE-AGLIANA. Quando l’Irene, una bella ragazza di Montemurlo, leggendo ad alta voce la fuga di Renzo nei Promessi Sposi, disse Gorgónzola invece di Gorgonzòla, in classe scoppiò una sonora risata perché le cose dovrebbero restare quelle che sono e no...
Leggi di più