TAGLIO AI TRASPORTI, LA PROTESTA DI CONFARTIGIANATO

David D’Agostino
David D’Agostino

PISTOIA. Ulteriori oneri per le imprese artigiane del trasporto. L’agenzia ha infatti ridotto del 70% rispetto allo scorso anno, gli importi per la deduzione di spese non documentate.

La decisione avrà ripercussioni pesanti anche sulle aziende pistoiesi.

“Purtroppo – dichiara il presidente di Confartigianato Trasporti Pistoia, David D’Agostino – prendiamo atto che la nostra richiesta di mantenere invariati gli importi delle deduzioni delle spese non documentate non è stata recepita dal Governo e dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Delrio. Voglio subito sottolineare con assoluta fermezza che non condividiamo un taglio così penalizzante per le nostre imprese. Consideriamo questi importi come un “acconto”, ne va della corretta gestione amministrativa delle aziende artigiane”.

D’Agostino parla di un vero e proprio danno economico alle centinaia di imprese artigiane che già con tanta fatica riescono ad andare avanti nonostante gli innumerevoli problemi legati al ritardo dei pagamenti, al costo del gasolio e alla concorrenza sleale dei vettori stranieri, per finire ai problemi del passaggio di competenze dell’albo dell’autotrasporto dalle Province alle Motorizzazioni.

“Non credo – conclude D’Agostino – che la categoria possa continuare a sostenere questa situazione, sarà un’estate molto calda da molti punti di vista e non posso escludere che la categoria possa tutta compatta proclamare un fermo nazionale dei servizi dei trasporti”.

[confartigianato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento