TARIFFE DEL PARCHEGGIO DEL SAN JACOPO: «INACCETTABILE LA PROPOSTA DELL’AZIENDA»

L’amministrazione Bertinelli prende posizione sulla proposta di tariffario del parcheggio del nuovo ospedale San Jacopo, diffusa oggi unilateralmente dall’azienda

La lettera di Bertinelli a Enrico Rossi
La lettera di Bertinelli a Enrico Rossi

PISTOIA. A Pistoia, prima città ad aver inaugurato l’ospedale, l’Amministrazione ha seguito costantemente e continua a seguire, da molti mesi, la questione delle tariffe del parcheggio del nuovo ospedale San Jacopo, ritenendo inaccettabilmente alte quelle inizialmente ipotizzate dalla società concessionaria (sosta 6 euro al giorno).

L’Amministrazione comunale ha fin da subito espresso la propria posizione orientata a trovare un giusto equilibrio tra le legittime esigenze di ricavo dei privati, previste dal project financing, e il prioritario interesse pubblico a rendere accessibile a costi sostenibili i parcheggi delle nuove strutture, soprattutto in considerazione della funzione primaria svolta dall’ospedale.

In questo senso, il 22 novembre scorso, il sindaco di Pistoia Samuele Bertinelli aveva già inviato una lettera (che si allega) al presidente della Giunta regionale Enrico Rossi con la quale chiedeva che la Regione Toscana aprisse “un confronto con le istituzioni locali interessate, le aziende sanitarie e la parte privata per giungere ad un’intesa che veda adeguatamente tutelate le ragioni dei cittadini toscani”.

Non avendo avuto riscontro, l’Amministrazione è tornata a sollecitare la convocazione del tavolo regionale, confermando la propria contrarietà a qualsiasi ipotesi tariffaria che non tenga conto delle esigenze dei cittadini utenti dell’ospedale e che non sia frutto di una condivisione con gli enti locali interessati.

Le ultime tariffe che Apcoa Parking avrebbe unilateralmente stabilito, risultano essere, dunque, inaccettabili non solo perché troppo elevate e non affatto rispondenti all’interesse collettivo, ma anche per le modalità con le quali sono state diffuse, senza alcuna condivisione con gli enti locali interessati, costretti ad apprenderle dalla stampa.

L’Amministrazione comunale, dunque, appena venuta a conoscenza della proposta dell’azienda, si è anche formalmente attivata presso tutte le altre amministrazioni interessate (Prato, Massa e Lucca) con l’obiettivo di definire una comune posizione istituzionale sulla questione.

[quilici – segr. sindaco pt]

EPPURE il Sindaco lo aveva studiato, al Liceo, che l’Impero Romano iniziò ad affondare – e finì con l’affondare – quando affidò del tutto la propria amministrazione finanziaria agli appaltatori privati… Anche quello era una sorta di project financing: loro guadagnavano e lo Stato andava a gallina.

E non ditemi che sono cattivo. Andate a leggervi questo articolo: Asl3/novo ospedale e Ge.Sat: «Silenzio, parla il dollaro!». È che, nonostante tutto lo storicismo marxista, la storia non insegna niente, dato che gli uomini (anche quelli di sinistra) non la studiano: la leggono solo sul Bignami…

e.b.
direttore@linealibera.info

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento