teatro mascagni. «UNA VITA PER UN’IDEA» LA STORIA DI SILVANO FEDI

Appuntamento domenica 13 settembre alle 21:15 con lo spettacolo scritto, diretto e interpretato da Tommaso De Santis e ispirato alla vita del giovane antifascista pistoiese

POPIGLIO. Domenica 13 settembre alle 21:15 al teatro Mascagni di Popiglio andrà in scena Una vita per un’idea. La storia di Silvano Fedi, spettacolo scritto, diretto e interpretato da Tommaso De Santis, ispirato alla vita del giovane combattente partigiano, anarchico e antifascista pistoiese (1920-1944), ricostruita sulla base delle memorie dei compagni impegnati con lui nella Resistenza.

Fedi, al quale è stata conferita la Cittadinanza illustre di Pistoia nel luglio di quest’anno, fu ucciso dai militari tedeschi il 29 luglio 1944, durante un’imboscata nei pressi della Croce di Vinacciano.

Si tratta del penultimo appuntamento al Mascagni della rassegna Spazi aperti, promossa da Associazione Teatrale Pistoiese con la collaborazione dei Comuni di San Marcello Piteglio e Abetone Cutigliano.

“La cultura è occasione di crescita – commenta l’assessore alla Cultura del Comune di San Marcello Piteglio – di confronto, di partecipazione e, perché no, di svago. Domenica lasciamola entrare con il teatro nel nostro tempo libero, il migliore tempo che abbiamo a disposizione, perché lo arricchirà. Domenica sera ci donerà uno dei valori più importanti, il valore civile della memoria storica. Ricordare e far conoscere la vita di Silvano Fedi, un giovane eroe pistoiese antifascista, che ha detto no al regime, no al nazismo, no alla loro guerra. Invito i miei concittadini a regalarsi l’emozione di incontrare questa vita e il suo racconto, come antidoto all’ignoranza e alla grande confusione che vedo alimentarsi e strisciare sotto i nostri occhi. Un’ignoranza e subcultura che si alimenta e viene generata non solo da chi no sa, ma anche da chi svuota di contenuti la memoria storica e la rende carnevale, per opportunismo politico, per insipienza, perché è più facile, perché è un business… le motivazioni possono essere le più disparate o disperate. Il nostro passato è critico, denso, carico di significati complessi e abbiamo l’obbligo morale di educarci a vigilare. Il prestare attenzione e diffidare di chi lo trasforma in banali farse deve essere una cura quotidiana, altrimenti è facile, con l’ignorare, contagiarsi con il virus del fascismo, soprattutto chiudendo gli occhi verso chi rappresenta la storia con insignificanti bugie, che ammiccano in modo ambiguo a nostalgie vergognose. Vi aspettiamo con l’Associazione Teatrale Pistoiese domenica sera al Mascagni di Popiglio per continuare la cura”.

Il teatro Mascagni di Popiglio

“La scelta di creare un allestimento estremamente semplice ed essenziale – ha raccontato Tommaso De Santis – nasce da un’esigenza precisa: rendere il racconto l’unico vero protagonista. Le vicende storiche si susseguono in un flusso continuo fino a culminare nel messaggio profondo delle azioni di Silvano Fedi e delle Squadre Franche Libertarie, ben immortalato in un breve brano di Tolstoj, autore amato dal combattente partigiano. Questa storia, in fin dei conti, è anche la nostra storia. Chissà che conoscere la propria storia non sia anche un modo per conoscere meglio se stessi”.

Il biglietto ha un costo di 10 euro (ridotto per under35: 5 euro) e può essere acquistato la sera della rappresentazione, a partire dalle 20:15, al teatro Mascagni. In alternativa, la prevendita per lo spettacolo può essere acquistata alla biglietteria del teatro Manzoni di Pistoia dal martedì al venerdì dalle 16 alle 19 e il sabato dalle 11 alle 13.

L’ingresso sarà regolato secondo la normativa Covid-19.

[comune di san marcello piteglio]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email