TELEPASS, USCIRE SENZA PAGARE È TRUFFA

Guerra ai furbetti
Guerra ai disonesti

QUARRATA. [a.b.] Evitare di pagare il pedaggio autostradale, accodandosi a una vettura munita di «telepass» nell’apposita corsia riservata, riuscendo a passare prima che la sbarra si richiuda è un reato di truffa nei confronti della società Autostrade.

Lo ha stabilito una sentenza della Suprema Corte di Cassazione ravvisando tutti gli elementi giuridici che contraddistinguono tale reato: il raggiro, l’ingiusto profitto e il danno altrui.

Su questo argomento Giovanni Bechi di Quarrata ha scritto alla società Autostrade (e per conoscenza al nostro quotidiano online) per segnalare quanto gli è successo:

Abito a Quarrata e ho i miei suoceri a Pescia e un figlio che frequenta l’Università a Pisa: con il Telepass le tratte Pistoia-Chiesina Uzzanese e Pistoia-Migliarino e relative tratte di ritorno vengono coperte spesso.

Mi è capitato di arrivare alla corsia Telepass e in fase di avvicinamento constatare che già da tempo un’altra vettura era ferma davanti alla barriera del Telepass.

Al mio arrivo da tergo, in prossimità dell’entrata, la sbarra si alza e la vettura che era ferma entra in autostrada. Ma la sbarra l’ho fatta alzare io con il mio Telepass.

Per me non cambia nulla; pago la tratta autostradale dall’entrata all’uscita coperta dalla mia vettura.

Per l’altro vediamo: non è che è entrato in autostrada senza Telepass e senza biglietto? Non è che per uscire adotta la stessa tecnica? Ovvero si posiziona davanti alla sbarra del Telepass in attesa che arrivi da retro uno munito di Telepass e apra la sbarra? Se così fosse si farebbe tutta l’autostrada in libertà, senza spendere un centesimo! Questa scena (auto ferma davanti alla sbarra in attesa che arrivi qualcuno da dietro che la faccia alzare) l’ho notata diverse volte.

Spero non sia così, comunque ho ritenuto doveroso segnalarvelo.

Cordiali saluti

Giovanni Bechi

Bene ha fatto il signor Bechi a segnalare tali maldestre manovre – comunque già note alla Polizia e alla società Autostrade.

Questo permette di ribadire ai nostri lettori che tale azzardo (uscire dall’autostrada accodandosi all’auto che precede nella corsi riservata ai possessori Telepass) può costare da sei mesi a tre anni di reclusione in quanto è ascrivibile al reato di truffa ed è pertanto sanzionato dall’articolo 640 del Codice Penale.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento