TERME DI MONTECATINI: «RIEQUILIBRIO FINANZIARIO SÌ, MA CON RILANCIO ECONOMICO»

Le Terme Excelsior
Le Terme Excelsior

FIRENZE. “La Regione deve attivarsi per raggiungere un riequilibrio finanziario delle società di gestione delle Terme di Montecatini, così come previsto dalle norme nazionali e regionali sul settore. Ma gli obiettivi devono essere: l’effettivo rilancio industriale, commerciale e produttivo delle Terme, visti i benefici diretti e indiretti per il territorio della provincia di Pistoia in termini di presenze turistiche, occupazione ed indotto economico”.

“Senza questo rilancio l’equilibrio finanziario potrebbe essere raggiunto solo con misure di mero contenimento delle spese di funzionamento e gestione, come ad esempio sul personale, che potrebbero, forse, produrre  benefici in termini finanziari ma lascerebbero del tutto inalterati, se non aggravati, i problemi di prospettiva aperti, rispetto ai quali occorre prendere una direzione chiara e condivisa, orientamenti che il territorio attende ormai da troppo tempo”.

Lo dice Marco Niccolai, consigliere regionale del Pd, annunciando la presentazione di un’interrogazione alla giunta toscana per il rilancio produttivo e strategico delle Terme di Montecatini.

Marco Niccolai
Marco Niccolai

Tre sono le domande formulate dal consigliere: “quale sia il percorso concordato con l’altro socio per la dismissione delle  partecipazioni della Regione al capitale sociale di  Terme di Montecatini spa e quale ne sia il grado di attuazione; quali siano le misure individuate dalla Commissione paritetica (costituita da Regione e Comune di Montecatini Terme),  prevista nel  protocollo d’intesa sottoscritto nel 2015, per  garantire che il predetto percorso di dismissione sia coerente con la  prosecuzione dell’attività termale, il completamento degli investimenti già avviati e il rilancio, anche in termini occupazionali, del tessuto socio-economico della Valdinievole e della provincia di Pistoia; quali siano i tempi e le modalità di attuazione delle predette misure”.

«Credo che sia doveroso – spiega Niccolai – continuare il piano di razionalizzazione delle società partecipate avviato dalla Regione Toscana, ma è opportuno affrontare nello stesso tempo il tema del rilancio del settore termale toscano, cosa che, per quanto riguarda le Terme di Montecatini, riguarda  una risorsa fondamentale per i territori di riferimento in termini di occupazione e sviluppo economico.

«Come è noto, gli stabilimenti di Montecatini rappresentano uno dei poli principali del termalismo toscano, nonché una delle attrazioni turistiche maggiori della provincia di Pistoia e della Valdinievole, che vedono nello sviluppo del settore una delle componenti economiche più importanti per il  territorio di riferimento, in termini di benefici occupazionali diretti e indiretti.

«Occorre pertanto – conclude Niccolai –  aver ben chiara la direzione di marcia per il rilancio del settore termale, è questo che ci chiedono molti operatori e cittadini».

[becchimanzi – partito democratico toscana]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento