TERME. NOCENTINI: «LA REGIONE DETERMINATA ALLA SALVAGUARDIA»

Sara Nocentini
Sara Nocentini

FIRENZE. Il Consiglio regionale ha chiesto all’assessora regionale al turismo Sara Nocentini di rinviare la comunicazione sulle Terme di Montecatini, che doveva essere svolta, alla prossima seduta, nella quale sarà posta al primo punto dell’ordine del giorno.

“Sarà quella l’occasione – afferma Nocentini – per fornire le dovute risposte alle interrogazioni presentate. Nel frattempo, l’impegno della Regione per dare concreta applicazione al protocollo d’intesa con il Comune prosegue a pieno ritmo”.

“Proprio ieri pomeriggio, a margine dei lavoro consiliari – prosegue l’assessora – ho incontrato il sindaco Bellandi, con il quale abbiamo ribadito la comune convinzione che il costituito gruppo interistituzionale lavori in tempi brevi, per consentire di delineare al più presto la soluzione migliore ed efficace che metta in sicurezza il patrimonio e il piano di investimenti delle Terme consentendo al contempo l’uscita della Regione dalla gestione della società”.

“La Regione sta seguendo con determinazione il presente e il futuro delle Terme. Proprio in questi giorni mi sono adoperata di persona per superare le difficoltà venutesi a creare con la Sovrintendenza per il perfezionamento della vendita del Teatro Verdi – sottolinea in conclusione l’assessora Nocentini –. È questo il momento per mettere a punto con l’amministrazione comunale una strategia di breve e medio periodo capace di dare speranza ai lavoratori, ai fornitori e alla città termale tutta. Per sancire questo impegno congiunto, ho dato al sindaco Bellandi la mia piena disponibilità ad incontrare insieme a lui la commissione competente e a mantenere anche in futuro con continuità i rapporti con la città nei modi e nelle forme che verranno suggeriti”.

[toscana notizie]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento