TESI GROUP, PISTOIA HA FAME DI BASKET

Michele Antonutti
Michele Antonutti

PISTOIA. Finalmente siamo tutti nuovamente a casa. Finalmente il rumore dei palloni sul parquet, lo “sdeng” sul ferro per il tiro sbagliato, il fruscio emozionante della retina quando il tiro si insacca preciso. Finalmente sul campo il coach torna a parlare americano.

Eravamo tanti, tantissimi al raduno di lunedì scorso, la passione al PalaCarrara crea momenti meravigliosi. I tre Usa già arrivati hanno regalato grandi sorrisi e c’è da capirli, probabilmente uno spettacolo del genere il primo giorno di scuola non lo avevano mai visto. Lepo ha dato inizio alle danze ammonendo le truppe baraondine che la squadra è quasi tutta nuova e che giocatori e coach devono capire cosa significa giocare qui.

I mille e più tifosi stipati in tribuna non si sono fatti pregare ed hanno fatto esplodere la voglia di canestri che trattenevano da settimane e possiamo star certi che tutti hanno recepito il messaggio.

Comincia la stagione e le sensazioni dopo i primi due allenamenti sono molto positive. Preston Knowles fa canestro da tutte le posizioni, ha un rilascio particolare in sospensione col quale, probabilmente, riesce a sopperire alla mancanza di qualche centimetro in altezza, speriamo che le due ultime stagioni siano alle spalle e che trovi la giusta alchimia in fretta per concretizzare il proprio talento in partita. Marcus Thornton è un torello da battaglia, Moore una sicurezza ma già lo sapevamo. Mancano ancora i due che maggiormente incuriosiscono, la montagna Kirk ed il cecchino Blackshear, ci vorrà ancora un briciolo di pazienza.

La squadra
La squadra

Intensità, balza subito agli occhi. Viene proposto dallo staff un esercizio a 3 con il portatore di palla che attacca il canestro, esita, palleggia indietro sull’arco e con due passaggi ribalta il lato per creare il tiro. Tocca a Mastellari, che si prende un cazziatone da Esposito perché, portando palla, invece che simulare un attacco al ferro, sta palleggiando senza troppa convinzione verso la linea di fondo dietro il canestro dove usa mettersi uno dei 3 arbitri.

Sembra una piccolezza, bene o male Martino sta comunque svolgendo il suo esercizio per poi ribaltare il lato e tirare. Eppure non viene ammesso dal coach, che sta chiedendo cose semplici ma fatte nel miglior modo possibile. C’è, insomma, una cura del dettaglio che non può che far piacere al tifoso. Dopo il cazziatone l’esercizio viene eseguito da tutti alla perfezione. E’ un esempio banale, ovviamente, ma rende la misura dell’aria che si respira in palestra. Vincenzino, si percepisce chiaramente, è carico a molla e ci sta mettendo l’anima.

Billeri sembra aver già adottato Lombardi con tanto lavoro a parte per raffinare alcuni fondamentali su cui, probabilmente, lo staff ritiene manchi ancora certa fluidità. Filloy ed Antonutti sembrano già in palla. Sabato pomeriggio, ore 19.00, prima imperdibile sgambata contro Bottegone e vedremo che sensazioni ci darà il campo.

La folla al raduno
La folla al raduno

Il coach si è dichiarato molto contento della squadra creata in questa sessione di mercato, ha sottolineato l’età media, molto giovane, chiedendo pazienza per gli errori che, inevitabilmente, ci saranno ad inizio stagione. Però si percepisce una certa soddisfazione nelle parole di Esposito, sembra davvero sia stato messo in condizione di allenare una squadra che, nei limiti del budget, ha fortemente voluto con questi elementi.

Vincenzo dimostra grande elasticità mentale quando confessa di non essere fissato con una filosofia di gioco precisa, ma che, assieme al proprio staff, costruirà un sistema di gioco che permetta di esaltare le qualità individuali di ciascun giocatore. Quali sono le caratteristiche individuali da mettere in risalto? Il coach non si scompone e ammette di dover ancora capire a pieno cosa sa fare meglio ciascuno dei giocatori. Insomma, lavori in corso. Sarà interessante vedere i progressi nella chimica di squadra e nella costruzione del gioco durante le otto amichevoli che ci porteranno alla prima di campionato. Staremo a vedere.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento