TICKET, ESENZIONE ESTESA A FORZE DELL’ORDINE SENZA COPERTURA INAIL

Marco Niccolai

FIRENZE. «Un plauso all’assessore Saccardi per aver raccolto in breve tempo i contenuti di una mozione, proposta dal sottoscritto e votata all’unanimità dal Consiglio regionale il 12 aprile scorso, che impegnava la giunta ad estendere l’esenzione dei ticket per il pronto soccorso per gli agenti delle forze dell’ordine, ad ordinamento civile e militare, senza copertura Inail, oltre che per i Vigili del Fuoco.

«Una questione che avevo portato all’attenzione del Consiglio e della Giunta dopo le sollecitazioni del Sap, il Sindacato Autonomo di Polizia della Toscana, attraverso i suoi esponenti regionali e pistoiesi. Con la decisione della giunta regionale, viene sanata un’evidente ingiustizia che vedeva i lavoratori delle forze dell’ordine penalizzati su un tema così delicato, quello delle proprie condizioni di salute nello svolgimento del servizio per la protezione e la sicurezza dei cittadini.

«Anche attraverso questa sensibilità, si può contribuire a valorizzare il lavoro prezioso delle forze dell’ordine. Siamo accanto agli uomini e donne in divisa in modo concreto, senza proclami ma con i fatti. Il fatto che il segretario nazionale del Sap Gianni Tonelli abbia indicato la mozione approvata in Toscana come esempio da seguire, chiedendo agli altri Consigli Regionali d’Italia di adottare atti analoghi, segnala come il tema sia importante e che quanto stiamo facendo in Toscana su questo punto ha un significato concreto e innovativo per tutto il settore sicurezza; dunque non posso che ringraziarlo per il suo pubblico apprezzamento».

Così Marco Niccolai, consigliere regionale Pd, commenta l’annuncio dell’assessore alla salute, Stefania Saccardi, circa le nuove esenzioni dai ticket per alcune categorie di cittadini.

[becchimanzi pd regione]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento