«TOMASI, RITIRA LA PROPOSTA DI COMUNE UNICO DI BERTINELLI»

Una lettera di Carlo Vivarelli del Partito Indipendentista Toscano
Carlo Vivarelli del Partito Indipendentista Toscano

SAN MARCELLO. Il consigliere Vivarelli di San Marcello Piteglio ha inviato una lettera al Sindaco di Pistoia chiedendogli di dichiarare in Consiglio Comunale la sua assoluta contrarietà alla proposta avanzata dal sindaco uscente di Pistoia di creare un comune unico tra Pistoia e i Comuni della Montagna Pistoiese, in quanto azione del tutto antidemocratica.

A seguire la lettera del consigliere Vivarelli:

San Marcello Piteglio, 29 Giugno 2017.
Gent.ssimo Sindaco di Pistoia.

Innanzi tutto mi congratulo con Lei per l’affermazione di domenica scorsa, e Le auguro un buon lavoro.

Le scrivo in ordine di un’affermazione del suo predecessore, sig. Bertinelli, che aveva avanzato la a mio avviso delirante proposta di riunire in un unico Comune Pistoia e i Comuni rimanenti della Montagna Pistoiese. Considero questa affermazione un gravissimo, grossolano attacco alla democrazia, da parte di chi ignora evidentemente le basi della democrazia, che non è una parola vuota ed inutile, ma che rappresenta una serie di principi, vivi e vegeti, che rendono la democrazia stessa una parte sostanziale della nostra vita personale.

Uno di essi principi è l’autogoverno delle comunità. Esso autogoverno non è un noioso ammennicolo, un inutile intoppo al dispiegarsi della gestione degli affari amministrativi e privati di poche famiglie, e non rappresenta, ma è un’azione concreta che si sviluppa e si concretizza attraverso delle regole. Concetti troppo difficili per chi voleva trasformare le rappresentanze democratiche in un affermificio a comando del Partito Unico della Nazione.

Le chiedo, con questa mia lettera, di affermare pubblicamente, sempre che questo sia il suo pensiero, che la neo eletta Amministrazione Comunale di Pistoia, e Pistoia, vado a braccio, è Comune dal 1100 e qualcosa, non ha nessuna intenzione di mettere in essere nessuna proposta di fusione tra il Comune di Pistoia e quelli rimasti dalla falcidiatura messa in opera dal Pd e da altri soggetti. la mia speranza è che Lei lo dichiari laddove deve essere chiaro a tutti: durante i lavori del Consiglio Comunale.

Nell’esprimerLe di nuovo le mie congratulazioni, abbraccio con Lei la bella e civile Città di Pistoia.

Carlo Vivarelli, Partito Indipendentista Toscano

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento