TOPO D’ALBERGO RUMENO ARRESTATO. BOLLETTINO CARABINIERI 10 AGOSTO

carabinieri-arrestoMONTECATINI TERME. Arrestato topo d’albergo che, dopo essersi introdotto all’interno dell’hotel Ambrosiano, si era impadronito di una borsetta di una anziana turista danese, lasciata momentaneamente incustodita nella hall.

M.P., pregiudicato 48enne di origini rumene, senza fissa dimora, non è riuscito ad allontanarsi dopo che la vittima si era accorta del furto, perché bloccato dal titolare dell’albergo e dai militari di una pattuglia del Radiomobile che stava transitando nella zona e che hanno recuperato e restituito la refurtiva alla vittima.

Il pregiudicato è stato arrestato e accompagnato presso il comando Compagnia di Montecatini, in attesa della direttissima al Tribunale di Pistoia.

Fucile a pompa [repertorio]BUGGIANO. Nel pomeriggio di ieri, i militari della locale stazione, su indicazione di un privato cittadino, hanno recuperato in un campo incolto alla periferia di Buggiano, un fucile a pompa calibro 12 di produzione americana e una carabina a aria compressa di produzione tedesca.

Le armi, in pessimo stato di conservazione, sono risultate provento di un furto in abitazione commesso nel marzo di quest’anno a Uzzano. Sono in corso accertamenti sul ritrovamento anche se è altamente probabile che le armi potrebbero essere state gettate nel campo già all’epoca del furto.

prostitute in strada -MONTECATINI TERME. Denunciata per oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale e rifiuto a fornire indicazioni sulla propria identità, una “lucciola” 41enne di nazionalità cinese, sorpresa a prostituirsi nella zona dell’ippodromo, da una pattuglia della stazione di Buggiano che insieme ai colleghi di Montecatini stava effettuando un controllo in zona finalizzato proprio al contrasto alla prostituzione in luoghi pubblici.

La donna prima ha rifiutato di fornire le sue generalità poi ha comunicato a spintonare i militari pronunciando frasi offensive. Alla donna è stata inoltre contestata l’inosservanza dell’ordinanza antiprostituzione adottata dai Comuni di Montecatini Terme e Pieve a Nievole che prevede una sanzione di 500 euro per coloro che esercitano la prostituzione in luogo pubblico e per i clienti che si intrattengono con loro.

[l/a – carabinieri]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento