TORNA “MONTEMURLO ARTE E LAVORO”

La sedicesima edizione della manifestazione mette in mostra le eccellenze del territorio e torna in centro a Montemurlo con sfilate di moda, la tradizionale “mostra-mercato” e “I laboratori di Arte e lavoro”. Dibattiti sui temi del lavoro e della valorizzazione del patrimonio artistico e culturale
Nella foto: Giorgio Voria della Proloco, l'assessore Forastiero e il sindaco Lorenzini.
Giorgio Voria della Proloco, il Sindaco Lorenzini e l’Assessore Forastiero

MONTEMURLO. Tutto pronto per la sedicesima edizione di “Montemurlo Arte e lavoro”, che prenderà il via sabato 24 settembre con una tre giorni ricchissima di eventi e dibattiti per conoscere il territorio e le sue eccellenze, ma anche per parlare di sviluppo, di lavoro, di impresa e di valorizzazione dei beni artistici e culturali.

Una nuova edizione, come sempre promossa dalla Pro-loco in collaborazione con il comune di Montemurlo, che pone una particolare attenzione alla situazione dei terremotati nel Centro Italia.

La Pro-loco di Montemurlo, infatti, ha aderito all’iniziativa dell’Unpil (l’associazione nazionale delle Pro-loco d’Italia) e domenica 25 settembre dalle ore 12 alle 14 propone “Un’amatriciana per Amatrice”, un pranzo solidale a favore delle popolazioni colpite dal sisma.

Tutti colori che pranzeranno allo stand della Pro-loco con la pasta all’amatriciana, infatti, potranno contribuire alla raccolta di fondi a favore dei terremotati.

Tra le altre novità c’è il posticipo di alcune iniziative al lunedì 26 settembre. Al Centro Giovani (piazza Don Milani) arrivano, infatti, per la prima volta i “Laboratori di arte e lavoro”, un pomeriggio dedicato all’approfondimento dei temi dello sviluppo, del lavoro, dei giovani e della valorizzazione dei beni culturali, ai quali porteranno il loro contributo le associazioni di categoria del territorio ed alcuni importanti rappresentanti del Governo.

La locandina
La locandina

«La sedicesima edizione della Montemurlo arte e lavoro fa un cambio di passo e, oltre alla tradizionale mostra mercato, propone alcuni momenti di approfondimento per parlare di promozione del territorio e del fare impresa – dice l’assessore alla cultura e promozione del territorio, Giuseppe Forastiero –. Grazie alla collaborazione delle associazioni di categoria (Cna, Confartigianato, Confesercenti e Confcommercio) e a interventi autorevoli affronteremo temi importanti per lo sviluppo dell’area».

Tre le sessioni di lavoro previste: si inizia alle ore 16 con l’Art Bonus, la misura pensata dal Governo per consentire ai privati di fare donazioni liberali a favore del patrimonio culturale pubblico in cambio di un credito di imposta del 65%, rispetto a quanto versato.

Segue poi un approfondimento sull’App 18, i cinquecento euro stanziati dal Governo per i diciottenni, che potranno spenderli in cultura. Interverranno l’assessore regionale alla cultura, Monica Barni e i giovani della Federazione degli studenti.

Alle ore 17 gli onorevoli Elisa Simoni e Edoardo Fanucci affronteranno il tema della rivoluzione digitale e le opportunità per le imprese, mentre alle ore 18,30 la terza sessione prenderà in esame il tema delle sviluppo dell’impresa agricola sul territorio con l’intervento dell’associazione Filiera Corta e la presentazione del volume Explorare… cucinare, realizzato dalla biblioteca “B. Della Fonte”, dopo le conferenze sul cibo, promosse lo scorso anno in occasione dell’Expo.

Per il resto la formula della manifestazione resta invariata: sabato 24 settembre in piazza Don Milani aprono l’evento le ragazze del liceo artistico “U. Brunelleschi” con una sfilata di moda delle loro creazioni. La domenica 25 settembre la festa entra nel clou con la grande mostra mercato con decine di espositori di alimentari, artigianato, antiquariato e opere dell’ingegno.

Il percorso della mostra-mercato partirà da via Montalese (all’incrocio con via Rosselli) fino a via Targetti per concludersi in piazza Don Milani, dove ad attendere i partecipanti ci saranno animazioni per bambini, mostra di auto d’epoca, stand gastronomici, esibizioni di associazioni sportive e l’immancabile “Sagra del cencio”.

«Montemurlo arte e lavoro nacque sedici anni fa come vetrina per far conoscere le nostre eccellenze e tutt’ora rimane una delle nostre iniziative di punta: un appuntamento che lega lavoro, artigianato e promozione del territorio», conclude il sindaco Lorenzini.

Per maggiori informazioni si può contattare la Proloco Montemurlo: 0574 558584 e-mail: prolocomontemurlo@hotmail.it o navigare su www.prolocomontemurlo.prato.it.

[masi – comune montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento