TOSCANA, ANCHE I LUPI NEL MIRINO

Ma è logico? Prima si cura, poi si libera, poi gli si spara di nuovo…
Ma è logico? Prima si cura, poi si libera, poi gli si spara di nuovo…

FIRENZE. Dopo i cinghiali, toccherà ai lupi. La Regione Toscana prosegue la sua guerra contro gli animali selvatici e la natura, annunciando proprie osservazioni per ampliare il Piano nazionale sulla “gestione” del lupo.

Nella bozza di piano presentata oggi si interrompe di fatto la tutela del lupo, prevedendo possibili deroghe e “prelievi”, ovvero abbattimenti di un animale protetto in tutta Europa.

La solerzia della Regione è indicativa di una mentalità e di una cultura molto lontane dagli ideali di convivenza e di rispetto per la dignità delle vite altrui che oggi dovrebbe guidare l’azione di chi gestisce la cosa pubblica.

[stefani – toscana rossa di sangue]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento