tragedie & farse. EFFETTO FARFALLA E UOVA DI STRUZZO

«In matematica e fisica l’effetto farfalla è una locuzione che racchiude in sé la nozione maggiormente tecnica di dipendenza sensibile alle condizioni iniziali, presente nella teoria del caos. L’idea è che piccole variazioni nelle condizioni iniziali producano grandi variazioni nel comportamento a lungo termine di un sistema» [Wikipedia]
Cosa nascerà da quest’uovo…?

AGLIANA. Una volta si diceva che per fare i quattrini ci vuole un grande impegno e molto sudore, mentre per disfarli basta un secondo. Ed è vero: quanti ricconi e benestanti (a cominciare da grandi attori finiti in rovina) hanno accumulato ricchezze e le hanno perse in un batter d’occhio? Se ne è parlato spessissimo.

Anche la politica è così, a livello alto e a livello minimale, di territorio. La legge della gravitazione universale non funziona solo a Viareggio, ma anche sull’Everest e aldilà della nostra galassia – ed è per quello che, a Dio piacendo, un giorno tutto finirà per ricominciare da capo (purtroppo).

Medio preambolo, questo, per scrivere non una lettera a una professoressa come don Milani, o a un bambino mai nato come la Fallaci, ma, più tera-tera (con una erre sola come dicono i sampierani), a una giunta non ancora nata: quella di Agliana.

Vincere un Comune è un po’ come partorire. Nel caso di Agliana, però, con un bel taglio cesareo devastante.

Gli elettori ci hanno messo 74 anni per deporre questo uovo di struzzo che doveva passare dal culo di una semplice gallina e per giunta mugellese. Ma questi 74 anni di sforzi e ponzate, hanno ora, più che bisogno, necessità (in senso assoluto e filosofico) di uno sforzo altrettanto impegnativo perché quell’uovo grande come quello di un dinosauro non finisca per cadere e sortire l’effetto-frittata.

La storia vi guarda…

Parla chiaro, direte. Lo faccio. Le 5 poltrone che si stanno preparando per la Giunta, più la sedia del Presidente del Consiglio Comunale, non devono (attenzione alla formulazione assoluta: devono e non dovranno o dovrebbero…) ospitare culi inappropriati; o troppo secchi e segaligni o troppo disfatti dall’età e dalla dissoluzione corporeo-morale.

I culisecchi bucano la pelle dell’imbottitura; quelli disfatti abbiàccano e comprimono la gommapiuma di supporto e le mega-mele sgangherano i braccioli della seduta.

Una Giunta che si rispetti, adatta a una vittoria così sofferta, deve essere fatta di gente sana, robusta e giovane:

  • sana di mente, di corpo e di spirito morale
  • robusta per poter reggere tutte le mazzate da baseball che dovrà prendere sul groppone da parte della vendetta dei, più che esclusi dal banchetto del Padre, defenestrati a forza di spintoni e spallate;
    una vendetta che verrà dagli “uomini che hanno smesso di ridere” e dai pupari che sembrano essersi dissolti nell’aria, ma che – come gas venefici – sono ancora più presenti e più velenosi del Radon
  • giovane non necessariamente per età anagrafica, ma per cervello elastico e flessibile, duttile e malleabile – doti indispensabili per un politico o un amministratore, altrimenti bastano i post-comuno/democristiani di Renzi & C..

Questo che vorrebbe significare in soldoni? Che il neo-Sindaco Benesperi e i suoi alleati, non possono abbassare la guardia permettendosi di infilare sotto la chioccia anche uova gallate da un bel po’, se non da troppo tempo.

E se la storia finisse così…?

Perché ne nascerebbero pulcini (o pulciosi?) anomali geneticamente abituati a cercare il cibo nelle concimaie e non nella cassettina linda e pulita del mangime biologico di cui Agliana-Nuova ha irrinunciabile necessità per muovere i primi passi e giungere, faticosissimamente, a camminare.

S’ha a dire tutta? Sindaco e partito della vittoria, le cariatidi sputtanate da mille altre discutibili esperienze già vissute a Agliana o altrove, lasciatele ben legate al palo e lontane dalle leve del potere! Tagliate loro le mani prima che finiscano per “metterle in pasta”!

Siccome l’uomo non cambia anche se cambia il nome della bandiera sotto cui milita (vedi dal Pci al Pd…), chi ha già fatto troiai, tenderà a rifarli, a riprodurli, a moltiplicarli come Gesù col pane e coi pesci.

E, al posto di un bello struzzo, Agliana sarà costretta a trovarsi in mano una… bella frittata di strun[z]zo!

Salam aleikum o Shalom aleikhem a tutti.

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]

Vedi Effetto farfalla


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email