TRANSAZIONE FISCALE: «DEVE ESSERE ESTESA ANCHE AI TRIBUTI LOCALI»

Marco Niccolai
Marco Niccolai

FIRENZE. La transazione fiscale, prevista dalla legge fallimentare, deve essere estesa anche ai tributi regionali e locali.

La giunta deve quindi attivarsi presso il Parlamento e il Governo, oltre a sollevare la questione in Conferenza Stato Regioni, per una specifica modifica normativa. Lo chiede una mozione approvata ieri all’unanimità dalla commissione Affari istituzionali del Consiglio regionale su proposta di Marco Niccolai (Pd).

Analoga mozione era stata presentata anche in consiglio comunale a Quarrata da Tommaso Scarnato (Pd).

La legge fallimentare prevede alcune misure per superare le crisi d’impresa, come il concordato preventivo e l’accordo di ristrutturazione. In sintesi, il debitore può presentare ai creditori una proposta di pagamento ridotto, o dilazionato, purché non inferiore alla misura fissata in legge, ed il creditore in genere l’accetta, perché, pur perdendo parte del suo credito, evita di esporsi ai rischi di una procedura diversa, dai risultati incerti e con tempi più lunghi.

Questa possibilità viene estesa anche ad alcuni tributi amministrati dalle agenzie fiscali (Agenzia delle Entrate, Agenzia delle Dogane), ma non a tutti. In materia vige il principio generale dell’indisponibilità del credito tributario, l’applicazione della transazione al tributo fiscale, in quanto norma derogatoria, è limitata ai casi specifici richiamati in legge e non può essere estesa per analogia ad altri tipi di tributi (Imu, Tari, Tasi, Tosap, ecc.). Da qui la necessità di un intervento legislativo, utile a fronteggiare meglio le crisi aziendali e dare garanzie più certe sulla riscossione in tempi rapidi.

Soddisfatti per l’approvazione della mozione Marco Niccolai e Tommaso Scarnato, che commentano: “Governo e Parlamento si impegnino per una norma di buon senso, flessibilità e semplificazione che tende la mano a aziende in difficoltà, con una ricaduta per tutta la collettività in termini di possibilità di sviluppo, minori licenziamenti, minor carico fiscale”.

[becchimanzi – partito democratico toscana]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento