trasparenza zero. A “BURRÀKIA” SEMBRA DI VIVERE NEL FAMOSO ROMANZO DI SNOOPY CHE INIZIA CON «ERA UNA NOTTE BUIA E TEMPESTOSA»

La prossima volta che rinasco, non voglio farlo come cervo a primavera alla maniera di Riccardo Cocciante: voglio tornare al mondo direttamente sindaco. Così, anche se Conte X alla X potenza mi conta i peli dei coglioni, il mio comandante dei vigili del futuro farà finta di non vedere quanti ne ho, di peli; e mi eviterà delle multe

 

Di fronte all’evidenza delle foto, a vostro avviso, cari lettori/elettori anche del Pd, il comandante Bai sarebbe dovuto intervenire per applicare rigorosamente – secondo il dovere istituzionale dall’assesorA Marini – la legalità delle multe previste da quel duro di menta mezzo sciolto di Conte?

 

Terzo Millennio Democratico

 

DIO NON C’È PIÙ, FUORI LO FE’ L’ORGOGLIO

D’UN PAPA NER CHE CHIÀMASI BERGOGLIO

ED OGNI LIBERTÀ PRESTO FINÌ

PER UN AMBO SPECIALE DEL PD.

DALLA PADELLA SIAM FINITI IN BRACE

PER IL RE GIORGIO E QUEL SERGÌN CHE TACE

CHE DA DIECI ANNI ATTÈNTAN DA TIRANNI

AL POPOLO SOVRÀN CHE SOL NE HA DANNI!

 


Semza parole perché… le parole sono pietre (nel muso)

 

 

HO CHIESTO – e ve lo avevo già detto – alla dottoressa Razzino, non solo segretaria generale del Comune di Quarrata, ma anche dea tutelare dell’anticorruzione – a sua volta garantita dalla Minerva della legalità, l’assessorA Francesca Marini –, di accertare se il comandante dei vigili Marco Bai avesse o meno elevato multe, a sindaco e altri ancora, in due specifiche occasioni:

• la visita di Santa Maria Elena Boschi al San Pietro di Olmi
• la distribuzione dei diplomi per le coppie in occasione delle «cozze d’oro» alla Màgia, cerimonia durante la quale Mazzantìk de Burràc è apparso smascherato e non da solo

Le foto le abbiamo prese dalla Tvl di Luigione Bardelli, che ospita sempre volentieri sindaci e gente che gestisce quattrini.

Di fronte all’evidenza delle foto, a vostro avviso, cari lettori/elettori anche del Pd, il comandante Bai sarebbe dovuto intervenire per applicare rigorosamente – secondo il dovere istituzionale dall’assesorA Marini – la legalità delle multe previste da quel duro di menta mezzo sciolto di Conte?

Eppure, dalla Razzino è arrivata questa illuminante risposta:

Si comunica che dagli accertamenti e verifiche condotte e successiva relazione trasmessa alla Procura della Repubblica di Pistoia, non sono stati rilevati, nelle circostanze rappresentate, comportamenti omissivi, né violazioni ai doveri di ufficio da parte del comandante la Polizia Municipale del Comune di Quarrata, né agli agenti assegnati al comando.
Pertanto non si è proceduto ad elevare alcuna sanzione disciplinare nei confronti degli stessi.

La prossima volta che rinasco, non voglio farlo come cervo a primavera alla maniera di Riccardo Cocciante: voglio tornare al mondo direttamente sindaco.

Così, anche se Conte X alla X potenza mi conta i peli dei coglioni, il mio comandante dei vigili del futuro farà finta di non vedere quanti ne ho, di peli; e mi eviterà delle multe, applicando, in perfetta regola, con dignità e onore, le leggi e le norme di uno stato che è come l’isola che non c’è di tutti questi personaggeti/Peter Pan difenditori (più bello che difensori) della Pan-Dem[enz]ia.

Padròns de la cachàr et de l’ambaradàn de Burràk! Nou non avon pà pouppé à une palle de seggiolòn del Mèng! Ave-vou capìt ou ve sèrv un skizz de Cognàc?

Poiché personalmente niente m’è più fastidioso dell’essere preso per il culo come in questo caso, ho inoltrato, al comandante Bai, opportuna richiesta di esaminare – magari con la lente d’ingrandimento, nel caso sia un po’ cecato – alcune foto piuttosto esplicite: le quali, prese da Tvl direttamente in trasmissione, sono eloquenti e accese, a loro volta, dalla luce di dio di don Manone del Bottegone, Cavaliere (fra l’altro) della Luce con investitura della sua grande amica Chiara Amirante.

Secondo voi il comandante Bai sarà in grado di rispondere o no? Ad ogni modo, poiché la segretaria ha dichiarato che, per giungere all’assoluzione di Bai e dei suoi vigili, sono stati fatti dagli accertamenti e verifiche condotte e successiva relazione trasmessa alla Procura della Repubblica di Pistoia, ho pensato bene di chiedere (quando non c’erano i comunisti al podere era un diritto) il rilascio delle carte di tali operazioni di trasparenza anticorruttiva e di buona amministrazione.

Che ne dite, ho fatto bene? E se il Bai non risponde, me le daranno le carte o – secondo l’uso di Snoopy – la Contea di Burràkia pubblicherà un nuovo libro che inizia con «Era una notte buia e tempestosa e l’Enel aveva sospeso la luce»? Si accettano scommesse anche con iscritti e simpatizzanti del Pd.

 

NOTARELLA ESTRAVAGANTE

GLI ASSESSORI DEL LIONS

 

Opperké io ’un mi vergogno di dìllo, eh?

 

Tornando sul tema della giunta-anguilla e sulla cena Lions al Croce di Malta, mi rivolgo agli assessori (senza volto) che avessero partecipato alla “pappatoria”, per chiedere loro di nuovo il motivo per cui hanno così tanto ritegno nel mostrare le loro aperture e inclinazioni alla convivialità.

Io, per esempio, sono stato ospite, diversi anni fa, proprio dello stesso Lions della Piana, al tempo della presidenza del dottor Luca Pisani, l’oculista: lo dico liberissimamente e senza alcun senso di vergogna o di colpa.

Successivamente sono stato ospite anche del Rotary di Prato: e non ho bisogno di difendere la così tanto difesa (dai dem) privacy.

Gente che amministrate la cosa pubblica di Burràkia: non vi ho chiesto con chi siete andati a letto dopo la cena e se avete preso un pasticcone di Viagra da 100 o ce l’avete fatta per conto vostro da voi. Chiaro?

Alcuni filosofi e oratori greci sostenevano che ciò che distingue l’uomo dall’animale non è l’anima, ma il lògos: ossia la capacità di parlare nel rispetto delle regole della logica. Voi da chi avete imparato? Dal famoso compagno G santificato perché non fece mai parola su quanti miliardi aveva fatto fuori il Pci in termini di Mani Sudice?

Scarica da qui la richiesta inoltrata al comandante Bai

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]
Art. 21 spiegato dall’assessora Marini
con la collaborazione della dottoressa Grazia Razzino

Marcooo…. Svégliati che a La Pineta t’aspettano a svolgere le tue funzioni di “primo cittadino”!


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email