treni & disservizi. NICCOLAI (PD) SCRIVE ALL’ASSESSORE REGIONALE CECCARELLI

Al centro della lettera i ritardi accumulati martedì 15 sulla linea Pistoia-Montecatini. Il consigliere regionale: "I gestori della rete e del servizio dovrebbero fare uno sforzo maggiore per gestire in modo diverso eventi come questi nel rapporto con l'utenza"
Il display con i ritardi accumulati

PISTOIA. [a.b.] Come promesso ai propri compagni di viaggio (e di sventura) il consigliere regionale Marco Niccolai (Pd) ieri mattina ha recapitato all’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli una lettera per evidenziare il proprio disagio dovuto al ritardo registrato sulla linea Pistoia-Montecatini martedì sera.

Già sul proprio profilo facebook il 15 stesso “condividendo la situazione di tantissime altre persone interessate dai problemi manifestatisi nella linea ferroviaria tra Pistoia e Serravalle” (partito dalle 19,38 alle 21,17 Niccolai si trovava ancora in treno alla stazione di Serravalle Pistoiese) aveva annunciato la segnalazione formale “rispetto al comportamento di Rfi e Trenitalia” che stava dando informazioni molto frammentarie sui tempi di percorrenza e sui motivi del ritardo che stavano interessando tutti i convogli della linea Firenze-Lucca-Viareggio e che avrebbe dunque dovuto gestire in modo totalmente diverso quella situazione.

Questo il testo della lettera: 

Egregio Assessore,

La lettera di Marco Niccolai

nella giornata di ieri anche io, assieme a centinaia di persone, ho vissuto i disagi causati da un guasto intervenuto sulla linea ferroviaria tra Pistoia e Serravalle. Partendo da Firenze quindici minuti dopo l’orario di partenza previsto, ovvero le 19.38, abbiamo accumulato ritardo durante il percorso, per finire con un ritardo attorno a 100 minuti, come indicavano i display in stazione.

Tra l’altro alla stazione di Pistoia il convoglio è stato fermato e ci è stato consigliato di prendere un altro treno in transito, che comunque in prossimità di Serravalle si è fermato a lungo.

Mi preme sottolineare che ho potuto riscontrare, assieme a tanti altri utenti, la pressoché totale assenza di informazioni sui motivi del guasto e sui tempi di percorrenza, fatto questo che ha reso ancora più esasperati gli animi di tanti viaggiatori.

Vari pendolari mi hanno espresso la loro preoccupazione per il ripetersi, negli ultimi periodi, di episodi del genere, magari anche con minore ritardo, ma soprattutto per l’assenza di adeguata informazioni e comunicazioni, aspetto che anche io ho potuto riscontrare direttamente.

La Regione sta investendo più di 230 milioni di euro per il raddoppio della ferrovia nel tratto tra Pistoia e Montecatini; penso sia necessario che anche i gestori della rete e del servizio facciamo uno sforzo per fare in modo che eventi come questo, oltre che non accadano, siano gestiti in modo totalmente diverso nel rapporto con l’utenza.

Le scrivo appunto per chiederle di interessarsi, come fa sempre con attenzione, con il gestore della rete e del servizio, RFI e Trenitalia, perché vorrei conoscere i motivi di un così grave disservizio, le misure che sono state messe in atto per porvi rimedio e quelle di informazione diretta ai viaggiatori, se e quanti sono stati i problemi analoghi avvenuti sulla tratta negli ultimi mesi.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento