TUBI AMIANTIFERI NELLA RETE IDRICA TOSCANA

La prossima riunione del gruppo “No Amianto Publiacqua” si terrà lunedì 2 marzo alle 21:15 in via Guelfa 148/r a Firenze

Amianto nelle tubatureFIRENZE. Il sindaco di Terranuova Bracciolini fa rimuovere i tubi dove la morte scorre nell’acqua e a Firenze che si fa?!

Dopo le richieste del sindaco Sergio Chienni: “Il tema della qualità della rete idrica è di assoluta importanza, in termini di sicurezza e di efficienza, due aspetti che si ripercuotono in un modo o nell’altro sui cittadini”.

Il presidente di Publiacqua conferma che entro il 2015 le tubazioni in cemento-amianto presenti nel Comune saranno completamente rimosse e sostituite con materiale idoneo.

E il sindaco di Firenze cosa fa con Publiacqua? Suona forse il violino per fare rimuovere quei tubi dove la morte scorre nell’acqua impestando i quartieri di Firenze!? L’acqua come la salute non è una merce!

Per sapere come va con l’amianto nelle tubature dell’acqua in Toscana? Si rinvia a questa lettura: lnkd.in/dsc28PG

Questo l’articolo sulla rimozione a Terranova: http://www.seitoscana.it/rassegna-stampa/25022015-tubazioni-amianto-nella-rete-idrica-saranno-eliminate-entro-2015
Si ricorda che la prossima riunione del gruppo “No Amianto Publiacqua” si terrà lunedì 2 marzo alle ore 21,15 via Guelfa 148/r Firenze.

Fontanello piazza Costa
Fontanello a piazza Costa

Nardella
Nardella

[comitato 21 marzo gavinana – firenze 26 febbraio]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “TUBI AMIANTIFERI NELLA RETE IDRICA TOSCANA

  1. Grande Sindi di Terranuova Bracciolini …
    finalmente una persona che prende posizione contro publiacqua per tutelare l’incolumità della propria cittadinanza!!!!
    COMPLIMENTI …. che tu possa essere di esempio nei confronti di quanti altri, titubanti del proprio gestore idrico, con il NON “imporsi” sono complici dei soprusi perpetrati nei confronti della cittadinanza inerme …. Complimenti un’altra volta …

Lascia un commento