turismo. NASCE LA JACOPINA, LA FOCACCIA DEI PELLEGRINI

L’assessore Sabella mostra la jacopina farcita

PISTOIA. Si chiama Jacopina, in onore di San Giacomo il Maggiore, e si presenta come una focaccia a forma di conchiglia, simbolo distintivo del pellegrino, prodotta con farina integrale di grano tenero.

Si tratta di un nuovo prodotto di qualità che trova la sua tipicità a Pistoia e nelle sue tradizioni e che sarà distribuito dai fornai pistoiesi sul territorio comunale e oltre.

«Originariamente la conchiglia di Santiago era l’oggetto che il pellegrino riceveva sul petto al suo arrivo a Santiago e che testimoniava il compimento del suo cammino – sottolinea l’assessore alle manifestazioni Jacopee e turismo Alessandro Sabella –. Oggi è riconosciuta come il simbolo stesso del cammino e del pellegrinaggio, da qui l’idea dell’Amministrazione di trasformarla anche in un prodotto tipico della panificazione pistoiese, proseguendo sulla scia del lavoro intrapreso per riportare al centro dell’attenzione la grande tradizione di Pistoia quale città dei camminanti.

La focaccia a forma di conchiglia

Quindi, con la collaborazione e l’energia di molti, inizieremo a sfornare la Jacopina, che si presenta come il prodotto gastronomico simbolo dei pellegrini, che accompagnerà Pistoia nell’Anno Santo Iacobeo».

Pistoia, Pistoria, Pistorium, la città dei fornai, degli impastatori di pane, fino a oggi non ha avuto un proprio prodotto caratteristico, pur essendo già dai tempi dei romani una città che riforniva le truppe di pane e focacce. Così, dopo mesi di lavoro, nasce la Jacopina, anche grazie al contributo dell’azienda pistoiese specializzata nelle ‘arti bianche Gustar – Dmp, la cui esperienza è stata utile a trovare la giusta unione fra passato e presente, tra tradizione e gusto. Coinvolte, poi, le associazioni di categoria (Confcommercio, Cna e Confartigianato), oltre al Centro Commerciale Naturale e il Comparto della Sala, che potranno valorizzare la focaccia pistoiese con gustose farciture.

Il primo lancio della nuova focaccia avverrà il 16 luglio in piazza del Duomo, alle 19.30, a seguito della vestizione di San Jacopo sulla cattedrale. Nell’occasione, infatti, i figuranti del corteo storico ne distribuiranno circa mille ai cittadini e ai turisti presenti alla manifestazione religiosa, così da poterla scoprire e assaporare per la prima volta.

La Jacopina ambisce a diventare, quindi un prodotto tipico, basato sulla storia, sulle tradizioni e sulle peculiarità che il territorio custodisce. Gli ingredienti sono semplici e di prima qualità, come farina chiamata Mora. È un prodotto leggero, sano, digeribile in poco tempo e potrà essere farcito a piacimento con la fantasia dei cuochi.

[comune di pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email