TUTTA L’ELEGANZA DEI MORCHEEBA

Skye Edwards, la voce dei Morcheeba
Skye Edwards, la voce dei Morcheeba

PISTOIA. Serata di alto intrattenimento musicale quella trascorsa ieri in piazza del Duomo per il quarto giorno di questo interminabile Festival Blues. D’accordo, ci sono voluti i Morcheeba a trasformare una piacevole notte di mezza estate in un evento che ricorderemo volentieri e a lungo.

Ma già nelle premesse, quelle affidate a JJ Vianello confidential swing & soul Orchestra, seguito, in scaletta, dalla Fantomatik Orchestra, si era ventilato e capito che, anche se ancora una volta lontanissimi dal blues, ci sarebbe stato da divertirsi. Impressioni confermate in pieno dalla vitalità e dalla padronanza musicale di tutti i componenti delle due band, carosoniana e da Porretta Soul Festival, la prima e da primati coveristici, la seconda, che hanno spaziato in lungo e in largo tra le stanze affollate, ma pur sempre ospitali, del mondo della word music.

Non si poteva fare diversamente, forse, anche in virtù di una coincidenza che ha avuto, a Pistoia come in entrambi gli emisferi, il suo peso: la finale dei Campionati del Mondo di calcio, vinta dal Paese (qui la P maiuscola è d’obbligo, di qualunque cosa si parli) dell’Euro, la Germania, contro quello del Papa, l’Argentina.

Torniamo in piazza del Duomo, che nonostante l’effetto collaterale di cui sopra, ha risposto, ancora una volta, tutto sommato egregiamente.

Non era una serata impegnativa, verissimo; si poteva tranquillare arrivare in piazza e continuare a scambiare due chiacchiere con la persona con la quale ci eravamo introdotti. Con il calare della sera, però e una temperatura finalmente consona alla stagione, senza la minaccia di aprire l’ombrello, anche i più distratti hanno preferito interrompere le conversazioni in corso di amenità e concentrarsi sul sound che proveniva dal palcoscenico, ma stato, in queste trentacinque edizioni, tanto portentoso e così alto.

Saltiamo a piè pari i complimenti e gli applausi tributati, con generosa ma spontanea passione, alle due formazioni d’apertura e andiamo subito al nocciolo della serata: i Morcheeba. Che si sono presentati al pubblico con qualche eufemistico minuto di ritardo: anche loro desideravano sapere quale fosse l’esito del verdetto mondiale di football, ma alleggeriti dalla naturale tensione per l’esibizione con poderose somministrazioni di superalcolici, che senza tramortirli, hanno regalato loro la giusta dose di artistica incoscienza, quella che ti spedisce in orbita senza avere la minima percezione del violentissimo decollo verticale.

E non dimentichiamoci, per onestà, che nonostante non l’avessimo scritto, tra le avvertenze della presentazione, anche noi eravamo tra quelli che non avremmo impegnato tutti i nostri risparmi sulla scommessa live della formazione, che ha fatto e fa, dell’elettronica, un punto di grande afflato.

Ieri sera, al di là di un consollista attentissimo e strumentisti raffinati, parecchio inglesi, specialmente nelle distanze tra passione e professionalità, a dare sicurezza e garanzia totale all’evento ci ha pensato la voce di Skye Edwards, nerissima, vestita di bianco, con tulle hawayane svolazzanti soprattutto sotto la sollecitazione di un mega ventilatore piazzato nel bel mezzo della scena e ciglia rimmellizzate.

È salita sul palco con l’aria di chi si è svegliato pochi istanti prima e per tutta la durata dell’esibizione ha continuato a caracollare splendidamente come chi, di cantare, pareva non averne voglia. Il sound che ha, crediamo, incorporato e datole chimicamente in dote per censo epidermico, ha provveduto a tenere lontano qualsiasi spettro di un eventuale flop, dando alla serata quella magìa che sono il mix tra soul, hip pop e trip hop: loro, i Morcheeba, di questa alchimia, sono da anni tra i rappresentanti più illustri.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento