UN GIARDINO D’AUTORE PER PALAZZO FABRONI

Palazzo Fabroni
Palazzo Fabroni

PISTOIA. Per Palazzo Fabroni, un giardino d’autore, pensato come parte di un sistema a verde che, dal Giardino Volante al parco del Ceppo, passando per il Carbonile e piazza del Carmine, rappresenterà, nel cuore della città storica, un’area a verde estesissima, di straordinaria qualità ambientale e caratterizzata da un dialogo indissolubile con l’arte contemporanea.

È stato pubblicato il bando per il concorso di idee per il recupero estetico-funzionale dello spazio esterno di Palazzo Fabroni. L’Amministrazione comunale ha deciso, infatti, di procedere all’acquisizione di proposte ideative per riconfigurare l’intera superficie del giardino dell’edificio settecentesco in via Sant’Andrea, la cui realizzazione sia contenuta nella spesa complessiva di 900.000 euro ivi compresi gli interventi e/o installazioni di opere di artisti contemporanei eventualmente previsti.

Con il progetto di recupero, il Comune intende restituire a un luogo storico, quale il giardino di Palazzo Fabroni, la sua identità in chiave contemporanea, riannodando il legame con l’edificio che lo accoglie e con il sistema di aree a verde della zona settentrionale della città storica.

A tale scopo, il concorso di idee chiede il perseguimento di specifici obiettivi. Sarà necessario fornire al monumentale edificio settecentesco di via Sant’Andrea un nuovo spazio esterno, capace di dialogare in maniera funzionale con il museo interamente dedicato all’arte moderna e contemporanea e con il verde urbano, raccogliendo le tracce di un passato illustre e preservandone lo spirito.

Il nuovo spazio esterno dovrà configurarsi come un ‘giardino d’autore’ contemporaneo, creato a misura del luogo specifico e del suo passato, porta di accesso/luogo di cerniera fra il monumentale edificio settecentesco di via Sant’Andrea, destinato a funzione museale in costante dialogo con la città, e il sistema di aree a verde della zona settentrionale della città storica.

Palazzo Fabroni
Palazzo Fabroni

Il progetto, infatti, rappresenta un ulteriore tassello del progetto di qualificazione ed estensione del verde pubblico di quell’area, in un sistema di connessione con gli altri giardini limitrofi, ricchi di testimonianze di significativa qualità ambientale e artistica, a partire dal Giardino Volante – vero e proprio parco di arte ambientale, inaugurato poche settimane fa, con giochi per bambini progettati da artisti di arte contemporanea – dall’area a verde del Ceppo, con il padiglione di emodialisi, anch’esso caratterizzato da opere di arte contemporanea, passando per il giardino del Carbonile e dalla piazza del Carmine.

La nuova area, liberata dallo stabile che attualmente ospita la litografia comunale, dovrà essere dotata di un idoneo assetto illuminotecnico, configurato per consentire lo svolgimento all’aperto di eventi e manifestazioni culturali di alto profilo, in un rapporto fecondo con la prevista realizzazione della caffetteria al pianoterra di Palazzo Fabroni.

Il progetto dovrà garantire l’accesso pedonale da via Santa all’edificio che ospita l’anagrafe, individuando un percorso che conduca all’ingresso del fabbricato.

Piazza del Carmine  a Pistoia
Piazza del Carmine a Pistoia

Chi può partecipare. Il concorso è rivolto ai professionisti iscritti all’ordine degli architetti, degli ingegneri abilitati all’esercizio della professione alla data di pubblicazione dell’avviso; ai soggetti ammessi ai concorsi di progettazione di cui all’articolo 90, comma 1, del decreto legislativo 163/06; ai lavoratori subordinati abilitati all’esercizio della professione e iscritti al relativo ordine professionale secondo. Tra gli altri, non possono partecipare al concorso amministratori, dipendenti e collaboratori del Comune di Pistoia.

Ricezione delle proposte. L’iscrizione e la consegna degli elaborati dovrà avvenire entro le 13 di sabato 12 settembre al Comune di Pistoia in piazza del Duomo 1.

Esito del concorso. Il concorso si concluderà con una graduatoria di merito e con l’attribuzione di tre premi: 6mila euro per il primo classificato, 4mila per il secondo, 2mila per il terzo.

Richiesta di chiarimenti. Informazioni e richieste di chiarimenti di carattere tecnico, procedurale, organizzativo, di contenuto e di metodo in merito al bando e alla documentazione devono pervenire entro martedì 25 agosto esclusivamente a mezzo e-mail, all’indirizzo di posta elettronica e.bucciantini@comune.pistoia.it.

Il bando del concorso di idee è pubblicato sul sito internet del Comune (www.comune.pistoia.it).

[comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento