UN INDIGESTO TÈ CINESE

Pietro Mazzotta
Pietro Mazzotta

PISTOIA. Tra i 79 nomi riguardati dall’inchiesta bis sugli affitti e i contratti di lavoro fasulli, sei mi colpiscono in particolare per ragioni diverse: uno è quello della signora Iolanda Pellegrini nata nel 1922, una signora di 92 anni che verosimilmente è stata solo coinvolta da qualcuno con pochi scrupoli in un’operazione oltreché illegale assai riprovevole.

Gli altri cinque sono quelli dei Mazzotta:

  • Mazzotta Caterina, nata nel 1967
  • Mazzotta Erika, del 1973
  • Mazzotta Pietro, l’ex Consigliere comunale già condannato nella prima inchiesta e poi
  • Mazzotta Rosario del 1946 e
  • Mazzotta Saveria del 1950

Un’intera famiglia, figli compresi, infilati in un’impresa sciagurata e criminosa per una brancatina di soldi. Si parla di somme che vanno da qualche centinaio di euro a 1.500 per ogni dichiarazione mendace.

Non si può negare che ci sia anche tanto di peggio in giro ma, anche in questa vicenda, l’impressione è che l’onorabilità abbia perso ogni valore…

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento