UN PAESE PICCOLO PICCOLO

Gli attrezzi del mestiere...
Gli attrezzi del mestiere…

PISTOIA. Approfittiamo, per parlarvi d’altro, del nuovo, ma non certo ultimo, fatto di micro criminalità accaduto ieri, nel pomeriggio, alla Rosticceria Francesco di via dell’Ospizio, a Pistoia (un uomo è entrato nel laboratorio attiguo, ha portato via un borsellino di una dipendente, ma, mentre fuggiva, è stato raggiunto dal titolare che è riuscito a rimpossessarsi del portamonete, riuscendo anche, durante l’incruenta a colluttazione, a strappare al ladro un giacchetto e un borsone, nel quale c’erano una siringa e delle tronchesi).

Altro, è il paese Italia (stavolta la p è minuscola, perché parliamo seriamente), dove il furto – che si tratti di un tossicodipendente alla spasmodica ricerca della pace-eroina, o di un’alta carica politica ché è così che è cresciuto e che crede che questo sia il metodo migliore – è ormai un’abitudine, una malattia endemica, radicata, storica, perfettamente oleata, accuratamente tramandata di padre in figlio, quasi inestirpabile. Quasi, è un imperativo, che abbiamo il dovere di coltivare per lasciare qualcosa ai nostri figli in cui sperare.

Perché in questo paese (la p immaginatela piccola, piccola, più piccola di quel che si possa) tanto la tossicodipendenza, quanto il malaffare sono stati combattuti con la stessa identica arma, spuntata e inoffensiva: la demagogia, che non ha portato, ovviamente, a nulla, se non a legittimare tanto i tossici quanto gli imbroglioni.

Sul posto, poco più tardi, è arrivata una volante del 113: i due agenti hanno preso appunto delle descrizioni sommarie del ladro mancato offerte dal proprietario e avranno stilato il rapporto, che in serata sarà giunto, insieme ad altre annotazioni, sul tavolo del Questore.

Il malvivente, o meglio, il malvissuto, sarà forse, ieri sera, oggi, domani, la prossima settimana, individuato, intercettato denunciato a piede libero, ma poi lasciato in balìa di se stesso, libero ma condannato a continuare a delinquere in un’altra qualsiasi rosticceria per racimolare quei 20, 30, 40 euro, dipende cosa si trova, con i quali assicurarsi un’altra dose di purgatorio.

Bella Italia, amate sponde
pur vi torno a riveder!
Trema in petto e si confonde
l’alma oppressa dal piacer…

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento