UN PROGETTO PER GIOVANI INATTIVI E INVISIBILI DEL TERRITORIO

In provincia di Pistoia saranno intercettati sia italiani che stranieri grazie al progetto “Meet You!” finanziato dalla Regione Toscana. Mercoledì 14 la presentazione a Pistoia

cercare-lavoro-offertePISTOIA. [a.b.] Promosso dall’associazione “Pozzo di Giacobbe” di Quarrata insieme alle cooperative sociali “Arké” e “Gemma” mercoledì 14 gennaio alle ore 10 in via Antonelli 307 a Pistoia sarà presentato durante una conferenza stampa il progetto “Meet You”.

Meet you! – spiega il presidente del Pozzo di Giacobbe Emiliano Innocenti – è uno dei 17 progetti vincitori del Bando sperimentale rivolto ai Neet (acronimo di “Not in Education, Employment or Training” ovvero giovani che non sono inseriti in alcun percorso di formazione, istruzione o lavoro) finanziato dalla Regione Toscana, nell’ambito del progetto Giovanisì (www.giovanisi.it). L’obiettivo generale della sperimentazione è quindi quello di individuare e stimolare la costruzione di buone prassi finalizzate all’intercettazione di questa tipologia di giovani sul territorio toscano da parte dei soggetti attuatori”.

Tra le problematiche più evidenti relative al fenomeno Neet – evidenziano dall’associazione quarratina (capofila del progetto) – vi è il fatto che la maggior parte dei giovani definiti, appunto, inattivi, sono relativamente invisibili rispetto ai servizi territoriali che non hanno solitamente strumenti specifici per intercettarli.

La prima misura da adottare per ridurre i numeri di questo fenomeno è quindi elaborare strategie condivise per far emergere questi giovani dall’invisibilità. A tal fine sarà prioritaria la costruzione di metodologie di intercettazione dei Neet, che siano innovative e replicabili e, rispetto agli strumenti d’intervento disponibili, l’individuazione di quelli più efficaci. Sono tre le azioni principali previste dal progetto:

  • 1.Formazione al gruppo di educatori che andranno a lavorare con i Neet incentrata sull’educativa di strada e sulle tecniche e gli strumenti di orientamento e accompagnamento
  • 2.Attività di individuazione dei Neet nei contesti non formali dei territori coinvolti
  • 3. Presa in carico dei giovani Neet e costruzione del proprio percorso di autonomia attraverso Orientamento, Career Counseling e Coaching.

I destinatari sono i giovani di età compresa tra i 18 ed i 30 anni, sia italiani che stranieri, che non sono inseriti in alcun percorso di formazione, istruzione o lavoro.

Lo scopo principale del progetto è quello di intercettare i giovani Neet sul territorio attraverso la creazione di una rete locale di realtà specializzate in servizi educativi per giovani di diversa provenienza geografica e sociale: la rete dovrà essere in grado di supportare i servizi territoriali per l’impiego nell’intercettazione e presa in carico dei giovani Neet che non afferiscono ai servizi e sono dunque a rischio di disoccupazione di lungo periodo e marginalità.

Il lavoro che verrà proposto sarà quello di fornire ai giovani coinvolti gli strumenti necessari per muoversi nel proprio contesto, per riuscire ad investire su se stessi in modo costruttivo ed intraprendente, dando evidenza alle competenze acquisite.

Il logo del progetto
Il logo del progetto

L’acronimo Neet trasformato in “Meet”, vuole dare un’accezione positiva alla prima fase di incontro con i giovani che già vivono una condizione di disagio e mette al centro i giovani vedendoli come portatori di interessi e di potenzialità positive. Parallelamente alla fase di intercettazione i giovani verranno coinvolti in una serie di eventi in luoghi conosciuti dove potranno conoscersi e confrontarsi. È prevista anche una campagna itinerante informativa sulle opportunità del territorio. Infine il giovane verrà preso in carico attraverso la firma di un patto che rappresenterà l’impegno delle parti durante il percorso, che vedrà da una parte un’ azione di stimolazione verso l’acquisizione di competenze necessarie ad intraprendere il proprio percorso di vita e dall’altra il fornire gli strumenti necessari per muoversi nel contesto.

Per info: Tel. 0573 739 626 | pozzodigiacobbeonlus@tiscalinet.ithttp://www.pozzodigiacobbe-onlus.com/neet/#sthash.3UcTLv2h.dpuf. Partner del progetto saranno : associazione di volontariato Portaperta onlus, cooperativa sociale Selva, cooperativa sociale Puccini-Conversini, cooperativa sociale La Spiga di grano, Asd Il Club degli Atleti, Comune di Pistoia (Servizio educazione e cultura), comuni di Agliana, Buggiano, Larciano, Marliana, Massa e Cozzile, Pescia, Quarrata, San Marcello Pistoiese, Serravalle Pistoiese, la Società della Salute Valdinievole, Confcooperative Pistoia, Cna Pistoia, Confartigianato Imprese Pistoia, Confesercenti Pistoia, Istituto professionale di Stato “A. Pacinotti”, Saperi Aperti Soc.Coop, Sophia società consortile arl, Cooperativa Valleriana.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento