UN SANT’JACOPO PIENO DI GRAZIA

La Giostra dell’Orso [dalla Settimana Incom]
La Giostra dell’Orso [dalla Settimana Incom]
PISTOIA. Per gli estimatori e anche per chi non gradiva la Giostra dell’Orso: quest’anno non si facciano soverchie illusioni.

A parte i numerosi e interessanti eventi musicali con le performance di tanti artisti nazionali e internazionali che avranno il loro culmine nelle due serate in cui si esibiranno Santana e Sting, di cui possiamo essere grati all’organizzazione Tafuro, a parte tutto ciò, si diceva, la cosa più accattivante del 25 luglio è il concerto di musiche medievali.

Da una bozza di programma presentata in commissione consiliare ieri pomeriggio, 18 giugno, si ricava quanto segue:

16-23 luglio

Con l’intenzione di ritornare alle origini religiose della festa di Sant’Jacopo, il Comune organizza nove giorni di festa con la Piazza del Duomo a fare da cornice.

Si comincia il 16 con l’inizio della Novena di San Jacopo, cui segue la vestizione del Santo, ad opera dei Vigili del Fuoco, in una cerimonia che vedrà partecipi i figuranti del comitato cittadino per la Giostra dell’Orso e il gruppo degli Sbandieratori della Compagnia dell’Orso (e pluribus unum e torna il sereno); la sera, in cattedrale, l’orchestra Accademia d’Archi Mabellini farà il concerto in onore del Santo.

24 luglio

Fuochi d’artificio: la tradizione vuole così e non si cede nemmeno di fronte a Sting.

Intanto nel centro storico si correrà la Notturna di San Jacopo a cura del gruppo podistico Cai Pistoia (!).

La vestizione di San Jacopo
La vestizione di San Jacopo

25 luglio

  • Mattino: corteggio storico, Messa solenne celebrata da mons. Fausto Tardelli, Vescovo di Pistoia.
  • Pomeriggio: firma del Patto di amicizia con la città di Santiago de Compostela (se ci saranno gli emissari della bella città della Galizia perché non è definitivo che vengano) e Messa in Duomo. Festa popolare con degustazione dei sapori pistoiesi e non… (non è del tutto chiaro comunque una degustazione è prevista).
  • Ore 20.30: processione con la reliquia del Santo.
  • Ore 22.30: proiezione del documentario sulla storia della giostra predisposto dai Rioni (si specifica premurosamente: durata 15 minuti ) e, a seguire, concerto di musiche medievali in Piazza del Duomo.

Questo dovrebbe essere un buon concerto, se ci costerà circa 60mila euro.

La Giostra appare proprio tramontata, un filmato dell’Istituto Luce, anni 50 su un’edizione della Giostra suggellerà il tacito patto di riprendere il discorso tra una trentina d’anni, quando andranno a scadenza i mutui testé rinegoziati – se non ci si dovrà tornare sopra…

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

4 thoughts on “UN SANT’JACOPO PIENO DI GRAZIA

  1. Buon giorno Paola, io e il Platano Picchiatore, leggiamo sempre con interesse i suoi articoli….in questo caso, io mi chiedo se, dovendo fare una scelta economica (che la Giostra sia stata abolita per i cavalli non ci si crede manco per sbaglio), non sarebbe stato più saggio e in linea con l’aspirazione (ma ce l’hanno?) di un turismo di qualità, abolire i finanziamenti a pioggia sul blues (che non ha niente di blues: a proposito, l’amico Sting, oltre ai denari pistoiesi, non disdegna allegre comparsate lautamente pagate ai compleanni dei tirannetti di molti staterelli gonfi di gas e petrolio dell’ex URSS…ha cantato persino al compleanno della sorella di Putin….poi naturalmente firma petizioni per la democrazia….) che ormai non diffonde più da tempo il nome di Pistoia nel resto della Penisola (men che meno al di fuori)
    Cordialmente
    Massimo Scalas
    PS. il Platano chiede gentilmente ai Sig.ri ciclisti di evitare di andare regolarmente a fracassarsi i parafanghi contro le sue radici.

  2. Caro Massimo Scalas, prima di tutto la ringrazio per la sua attenzione e poi le dirò che a me Sting non piace ma sicuramente farà da gran richiamo (infatti ha cantato anche per la sorella di Putin ☺). Piuttosto se lei ha buone relazioni con quel platano gli chieda di spostarsi perché le poste ciclabili di Pistoia non accettano interferenze
    Paola.

  3. Paola…grazie per il caro…anche se non avrei mai potuto competere con un concerto da 60.000 euro. Per quanto riguarda il Platano mi ha detto che fino a che non riesce a dare un manrovescio al progettista della pista non può tornare in Scozia…ha fatto un ex-voto (per la verità si accontenterebbe di suonarle ad un Berti o un Bertinelli qualsiasi).
    Massimo Scalas
    PS. Sembra che la corista di Sting sia la sorella di Putin

Lascia un commento